Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

ELEZIONI ROMA: PARLANO I CANDIDATI/ 2



Dopo Gianni Alemanno, che in qualche post più sotto ha avuto modo di spiegare il suo vastissimo programma per Roma, ecco, come promesso la nostra cazzuta intervista al candidato sindaco di Roma, Francescone Rutelli. Per chi vota a Roma a questo punto ha tutti gli elementi per giudicare, ma proprio tutti.


- Buonasera Rutelli.
- Buonasera. Innanzitutto vorrei farvi i miei complimenti. In questi ultimi sette anni il vostro blog, che è fatto a Roma, è cresciuto molto, come tutta la città.
- Non ci siamo da sette anni, e non siamo cresciuti affatto, comunque grazie.
- Prego. Crescerete ancora, non si preoccupi, come tutta la città è destinata a crescere.
- Le facciamo le stesse domande che abbiamo fatto al candidato Alemanno ieri. Secondo lei quali sono i principali problemi di Roma?
- Roma in questi anni è cresciuta molto, ma sarebbe sbagliato sottovalutare i problemi che ancora ci sono e che vanno risolti.
- Ad esempio?
- Ad esempio penso al fatto che nonostante Roma in questi anni sia cresciuta molto, molto altro deve ancora essere fatto, per questo sono qui, per completare il lavoro fatto in sette anni di governo in cui la città è cresciuta enormemente molto senza però tacere di qualche problema che è ancora da risolvere e che presto risolveremo. In questi anni la crescita di Roma...
- Onorevole Rutelli, le avevo chiesto un esempio...quali sono i problemi ancora da risolvere?
- Si, stavo facendo un ragionamento, dicevo in questi anni Roma è cresciuta molto, ma sul tappeto ci sono anche dei problemi che devono essere affrontati adeguatamente nonostante in questi anni, ci tengo a dirlo perché bisogna dirlo, è un fatto che Roma sia cresciuta molto...
- ...Ma ci sono anche dei problemi ad esempio...
- Dica, l'ascolto.
- Io?
- Si, dica, non ho problemi ad affrontare qualsiasi argomento, dica lei che è romano, quali sono i problemi che sente maggiormente...
- Ok, allora ad esempio il traffico, la mobilità, i tempi di spostamento da un posto all'altro della città che sono impossibili da stimare per via del trasporto pubblico che è largamente caotico e spesso inaffidabile...
- Ecco, il trasporto pubblico. Bene, le dirò che in questi anni il traffico è cresciuto molto, e con esso anche i problemi relativi agli spostamenti, ma bisogna inquadrare il fenomeno nella giusta dimensione, nel giusto quadro per poterlo affrontare globalmente e con coerenza. Giusto ricordare l'aumento del traffico ma questo va inserito in una crescita globale che riguarda tutta la citta. In questi anni, Roma è cresciuta molto, e con essa sono cresciuti, inevitabilmente anche alcuni problemi connessi che vanno certamente affrontati, senza dimenticare però che assieme alla crescita di Roma è cresciuto proporzionalmente anche il trasporto pubblico e senza tuttavia dimenticare i problemi che sono connessi ad un problema che dev'essere tuttavia risolto, ma certamente, in un quadro di collaborazione comune, di tutte le forze della maggioranza e dell'opposizione che devono collaborare in comune, nel comune, per il comune, alla risoluzione dei problemi comuni, che sono problemi problematici da risolvere risolvendoli appositamente, senza dimenticare tuttavia che in questi ultimi anni Roma è cresciuta molto...
- Vabbè, senta onorevole Rutelli, in concreto quali sono i provvedimenti che prenderà nei primi cento giorni di governo, se dovesse essere eletto?
- Io credo che i problemi all'ordine del giorno dell'azione del sindaco devono essere posti all'attenzione del sindaco fin da subito, perché i problemi dei cittadini devono essere i problemi anche del sindaco, che deve attivarsi nel risolverli per confermare una crescita e avviare le condizioni per uno sviluppo ulteriore di una città che, non  dimentichiamolo, è in piena crescita e continua a crescere e noi, da parte nostra, dobbiamo assecondare questa crescita, aiutare la città a crescere all'interno di una crescita che già c'è e che deve continuare a crescere assicurando a tutti una crescita.
- Perfetto. Le chiedevo però dei primi provvedimenti...quali saranno?
- Provvedimenti nel segno della crescita, per la conferma di una crescita...
- Si, ma quali?
- Però lei scusi, non mi dà il tempo di parlare, di articolare un ragionamento...
- Ho capito, onorevole, però sono io che scrivo qua, e se devo scrivere tutta 'sta roba di ragionamento, mi vengono i crampi alle dita, abbia pazienza, sintetizziamo un po', siamo in un blog, mica a fare la prefazione dell'enciclopedia dei Massimi Sistemi, scusi!
- Be', ha ragione pure lei...allora sintetizzo, va bene, cosa mi aveva chiesto...?
- vabbè le faccio un'altra domanda: secondo lei c'è l'allarme sicurezza in questa città, come dice il suo sfidante Alemanno?
- Guardi, devo premettere che in questi anni Roma è una città che è cresciuta molto...
- ALT! Andiamo al sodo, abbiamo detto sintesi. Allarme sicurezza, si o no?
- Vabbè ma non si può spaccare così il capello in quattro quarti, mi scusi. Questo è un ragionamento complesso...la sicurezza non è di destra né di sinistra, la sicurezza è di tutti, tutti devono avere visto riconosciuto il diritto alla sicurezza, quindi...
- ....quindi? Dica...!
- ...quindi riconosceremo a tutti questo diritto. Col braccialetto o senza braccialetto, questo poi lo vedremo.
- Ah ecco, il braccialetto elettronico per le donne che girano da sole la notte in città, ha visto che anche dal PD arrivano critiche sul braccialetto?
- Ma io non ho difficoltà ad accogliere le critiche, le critiche fanno bene perché su questi temi la collaborazione è fondamentale, maggioranza e opposizione devono collaborare su questi grandi temi, così come su altri grandi temi come l'urbanistica, il decoro, lo sviluppo, l'ambiente, l'innovazione, il mercato, la casa, l'ufficio, il tempo. la pioggia, il sole, il vento, la natura, gli animali, l'amore, il sentimento, la ragione, l'umiltà, l'intelligenza, l'amicizia, lo spirito, l'universo...che fa non mi ferma...?
- ...eh?, no, stavo scrivendo in automatico e mi ero distratto...cosa dicevamo...?
- Ma che cazzo di intervista sta venendo fuori qua, ma roba da non credere...a due giorni dalle elezioni...!
- Senta onorevole Rutelli, non è colpa mia se lei dà l'idea di non avere un vero cazzo da dire, abbia pazienza!
- Come, io non ho un cazzo da dire che sono stato protagonista della grande crescita di una città e sono pronto a ricominciare per farla crescere ancora?
- A proposito, mi chiarisce una cosa? Ma per quale motivo ritorna a fare il sindaco di Roma? Per un politico come lei, aldilà di tutti i bla bla, è un grande passo indietro.
- Vero eh?
- Eh già...
- Si vede molto?
- Abbastanza...
- Secondo lei lo pensano in tanti?
- Mah, io è la prima cosa che ho pensato.
- Ah si?
- Eh si!
- Cazzo....
- Ma come mai sta di nuovo qua?
- Lo diciamo fuori intervista?
- Ma certo, guardi: ho smesso di scrivere...
- Allora, il fatto è questo. Sono disoccupato. E Ho bisogno di lavorare, come tutti.
- Come sarebbe a dire?
- Sarebbe a dire che Veltroni ha accettato di fare il segretario del PD solo a patto che mi toglievo dai coglioni, ma non di poco, dovevo proprio scomparire dall'orizzonte e siccome tutti volevano Veltroni, eccomi qua.
- E perché proprio Roma?
- Evvabbè. eccheccazzo, ecché mi dovevo pure trasferire, fare un trasloco, i bambini, la moglie, la famiglia, e poi per andare dove? Tutti i posti altrove erano già occupati, capirai, c'è la fila per fare i sindaci delle città, che facevo, andavo a Firenze? A Bologna? Scusate: adesso mi candido io? Come minimo me sbranavano...! E poi, Roma è la mia città, qui c'ho tutti i contatti, gli amici, i preti, e il vaticano, dico: il va.ti-ca-no! Co' tutta la fatica che ho fatto per farmi tirare dalla loro parte...fatica però ben  ripagata: l'altro ieri sono andato a prendere il papa all'aeroporto! Dico: IL PAPA! Chi è che può dire che va all'aeroporto a prendere il papa? Non lo so, datte 'na regolata!
- Va bene, onorevole Rutelli, per me la possiamo anche chiudere qua!
- Oh, zitto su tutto eh? Acqua santa in bocca!
- Nessunissimo problema!
- Come la titoli l'intervista?
- Pensavo a: Roma cresce, cresci con Roma!
- Ottimo! Se me lo dicevi prima, lo facevo come slogan sui manifesti!
- Ci possiamo pensare al mandato prossimo...
- Roma cresce, cresci con Roma....ma lo sai che non è male...cazzo...a pensarci prima...

Pubblicato il 24/4/2008 alle 18.58 nella rubrica Guest Star.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web