Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

LIBRI 5/ MANAGEMENT

FOTTERE GLI ALTRI PRIMA CHE GLI ALTRI FOTTANO TE



Se dal futuro un giorno arrivasse un manager per analizzare i sistemi e i processi di strategia aziendale in uso nell'anno 2008, è altamente probabile che concluderebbe per la nostra prossima estinzione. La causa? L'eccessiva bontà nel gestire le aziende e il concetto, sempre più frainteso di impresa come entità produttrice non solo di ricchezza materiale ma anche volano di crescita culturale e sociale di un territorio. "Sono fottutissime cazzate" dice Frank Tagliola, uno dei massimi esperti di fucking business strategy, ultima corrente di pensiero manageriale di cui già si vedono i primi risultati della sua applicazione in aziende di paesi emergenti come Russia, Cina e India. In questo appassionante "Fottere gli altri prima che gli altri fottano te", Frank Tagliola demolisce uno per uno i concetti che attualmente minano il successo di un'azienda fin dai suoi primi passi. "Responsabilità sociale di un'azienda? Favoletta buona per addormentare i fottuti bambini cerebrolesi. L'unica responsabilità di un'impresa sono solo i fottutissimi soldi a fine anno. Se sono molti molti di più dell'anno scorso, bene, sennò faresti meglio ad andare a cogliere le margherite e levarti dal cazzo, fottuto e incapace coglione". La Competitività? "E' l'unica legge, e per raggiungere l'eccellenza nulla dev'essere di intralcio. "Ad esempio: è ormai assodato che calpestare chiunque si ponga sul tuo cammino, eliminarlo, squartarlo e appendere il suo cadavere fuori dalla porta della tua azienda, come monito perenne per tutti, non dev'essere solo un fottuto piacere per alcuni, ma un fottuto dovere per qualsiasi manager". Ma come riconoscere un avversario da sterminare da un altro, magari inoffensivo? "Sono fottute cazzate - dice Frank Tagliola - chiunque non è nella nostra azienda dev'essere considerato un fottuto e prossimo cadavere. Meglio farli fuori tutti e non pensarci più che rischiare di perdere lo 0,5% del fatturato". Un libro avvincente e denso di pensiero creativo da consigliare a tutti i manager che vogliono scattare "come un coltello a serramanico", metafora usata da Tagliola per descrivere l'azienda davvero moderna di oggi.     

FOTTERE GLI ALTRI PRIMA CHE GLI ALTRI FOTTANO TE
Frank Tagliola
Edizioni Competitive
€ 18,40


VALIGIE DI SOLDI E ALTRI SEGRETI DEI GRANDI MANAGER



Il cammino delle imprese moderne è ogni giorno minacciato dall'iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi (cfr: Ezechiele, 25,17). Come fare per rimuovere tutti gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento del successo personale e professionale del manager e della sua azienda, unica ragione di vita in questo mondo? In questo testo fondamentale Silvio Malversatore, grande teorico di business e autore della "Oil Business Strategy", strategia per la quale concorrenti, partner, appaltanti e perfino avversari "vanno oliati a dovere in modo che soddisfatti si tolgano dalle palle", compie un interessantissimo viaggio nei segreti di dieci grandi manager. Dieci conversazioni in cui vengono svelati i segreti che hanno decretato il successo di alcuni e la caduta di altri. Jon Ladris, ad esempio, grande mamager sudafricano, racconta di quanto sia risultato fondamentale recarsi agli incontri  portando con sè valigie zeppe di mazzette di denaro che apriva e scaricava direttamente addosso ai manager pubblici che dovevano decidere se concedergli degli appalti, mentre il miliardario greco Kostas Ladronis aggiunge che la strategia della valigia gli è servita soprattutto con i giudici che volevano indagare su di lui. "Le valigie di soldi, ma a volte sono necessari bauli e capienti cassapanche, sono ormai entrati a far parte del "set actions" primario di un moderno manager - scrive Malversatore nella sua prefazione - ma non vanno dimenticati - aggiunge - né i rimedi  classici come il servirsi di collaboratori esterni facenti parte della criminalità organizzata per togliere dalla competizione noiosi avversari o per recuperare crediti, oppure i recentissimi e innovativi sistemi - come racconta Vladimir Mignottoj, grande manager russo - consistenti nelle cene al polonio 210 per gli avversari particolarmente ostici e nella fornitura di "grandissime e bellissime decine di zoccole arrapanti e disponibili" per partner e alleati da sollazzare prima e ricattare poi. Il futuro del management moderno inizia da qui. 

VALIGIE DI SOLDI E ALTRI SEGRETI DEI GRANDI MANAGER
Silvio Malversatore
Edizioni del Disonesto
euro 20,50


FUCK OPTIONS


 
Come massimizzare i profitti derivanti dalle stock options fottendo in un sol colpo azienda, azionisti grandi e piccoli, dipendenti, fornitori, consumatori, praticamente tutto il mercato? Se siete manager intraprendenti e privi di inutili e dannosi scrupoli morali e volete nel giro di un anno passare dalle pezze al culo al villone a Portofino con vista sul mare,l'aereo privato e un grappolo di dodicenni moldave bionde che da sotto al tavolo litigano per afferrare il bigolo e farvi il servizietto, Fuck Options è il testo che fa per voi. L'autore, Emilio Giampiero Vorace, grande manager bresciano, guida esperti e neofiti nel magico mondo delle stock options illustrando i principali trucchi del mestiere e regalando qua e là delle vere chicche, come queste: licenziare dipendenti mobizzandoli in modo che se ne vadano autonomamente, abbassando quindi i costi e sostituendo la mano d'opera con extracomunitari e minori di 14 anni rigorosamente al nero, non pagare i fornitori mentendo loro spudoramente e reiteratamente, rateizzare i costi fino a 60mila mesi e in alcuni casi più in là, evadere le imposte e qualsiasi tipo di tassa facendo risultare in bilancio che non era dovuta, disfarsi dei rifiuti tossici nei fiumi e nei mari o nei casi più difficili rivolgendosi alla camorra risparmiando così sui costi di smaltimento, incendiare capannoni in disuso per incassare i premi assicurativi, corrompere i funzionari delle società di revisione dei bilanci, usare dei professionisti del bilancio truccato, fare largo uso dell'insider trading alterando così sensibilmente i valori dei titoli dell'azienda (se quotata in borsa) per aumentare il loro valore e tante altre belle cosette. Il tutto, al solo scopo di creare un bilancio gonfiato come un pallone dal quale risulta che la società incassa in un giorno quello che il Pentagono spende in cento anni di guerre all'estero. Dopodiché ci si presenta all'azionista e si cambiano a un milione le stock options pagate 1 euro e il gioco è fatto. E quando i nodi verranno al pettine, si chiederanno molti lettori, come si fa? "Facile", è la risposta del nostro Vorace, "si dà la colpa alle mutate condizioni del mercato, la recessione, la congiuntura, la crisi economica, le inondazioni, le cavallette ecc ecc. E comunque, nei casi più rognosi, ovvero i soliti giudici comunisti, ah, m'ero dimenticato: io sono residente alle Cayman, ho i conti nel LIchtenstein e abito a Santo Domingo. Ci vediamo in spiaggia!". Un testo imperdibile per chi ha intenzione di recitare un ruolo da protagonista sui mercati di oggi.

FUCK OPTIONS
Emilio Vorace
Rapace Edizioni
euro 40

Pubblicato il 7/3/2008 alle 19.43 nella rubrica Recensioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web