Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

PRIVACY

- Pronto?
- lalalalalalala.....
- Pronto????
- ...ah si, buonasera, parlo con il signor Filipponi Filippo?
- Si, sono io...
- Buongiorno signor Filipponi, sono Samantah della DreamFinPrest, ho un'offerta sensazionale per lei!
- Come ha avuto il numero del mio cellulare?
- Il suo numero? E' su internet! Però adesso si concentri, sto per farle un'offerta sensazionale, che non potrà rifiutare, è proprio quello che le serviva...stia a sentire!
- No guardi lei, ora non posso e poi sono le nove e mezza di sera, non potete chiamare a quest'ora scusi...!
- Non c'è problema, se vuole la chiamo domani sera a mezzanotte al numero di casa, lo preferisce?
- No no no, va bene mi dica...
- Signor filipponi, lei è uno dei nostri migliori nominativi che abbiamo nel database, che ne dice se domani mattina le piazziamo sul conto corrente 2500 euro, eh? Non è un'offerta fantastica?
- No guardi, non ho bisogno di 2500 euro, lasci perdere.
- Ma come non ha bisogno, ma scusi, a noi risulta che lei guadagna un po' pochino, mi scusi eh?, però secondo i nostri calcoli a lei 2500 euro le servono eccome!
- E voi che ne sapete quanto guadagno io?
- Signor Filipponi, lasci perdere queste quisquilie e si concentri per favore: noi le diamo 2500 euro e lei per il primo anno, ascolti bene, non PAGA GLI INTERESSI!!! Zero, niente, nothing, dico ma si rende conto?
- Già e poi per il secondo anno che succede?
- Cosa succede? Niente. Che deve succedere?
- Eh già, mi dica invece, per favore, il tasso di interesse del secondo anno, nonono, me lo dica, forza!
- Vabbè scusi, ma lei è un pignolo, non si concentra sulla questione, si fissa su un particolare e mi perde di vista l'offerta globale!
- Senta, non mi interessa, va bene?!
- Lei sta perdendo una grande occasione...
- Va bene, ne ho perse tante nella vita, perderò anche questa! la saluto.
- Aspetti, ho un'altra offer...
- Clic. Vaffanculo!
- Drin!
- Oh Dio santo. Pronto?
- Pronto, buongiorno, lei è il signor Filipponi Filippo?
- ....si...
- Buonasera, scusi l'ora, ma non la troviamo mai e dunque...
- e dunque? Chi è? Cosa vuole?
- Sono Stefania, della SuperSantosMegaFin, abbiamo un'offerta sensazionale per lei...
- ....come ha fatto ad avere il mio numero di cellulare....?
- Ce l'ha dato lei!
- Ve l'ho dato io??
- Massì, si ricorda quando ha fatto quel prestito per la sua autovettura? Quelle 28 firme da mettere? Su una delle 28 firme c'era scritto che autorizzava la circolazione del dati presso tutte le finanziarie dell'Europa centrale!
- Cazzo....
- Eh già!
- Vabbè dica...
- Domani mattina noi le mandiamo tramite corriere la nostra carta di credito SuperSantosCard, con un fido di 5mila testoni, tutti belli disponibili per lei, eh, cosa ne dice?
- Cosa ne dico? Che non mi servono! Non mi interessa...
- Non le interessa? Scusi se insisto ma le dovrebbe interessare eccome!
- Ah si, è perché?
- Guardi basta considerare il prestito che ha fatto per la sua autovettura. Lei due anni fa s'è fatto prestare 2mila euro per comprare una Y10 usata con rate da 15 euro al mese per 5 anni. Dico, uno che si compra uno scassone e si fa pure prestare i soldi, e li rimborsa con 15 euro al mese, è chiaro che...come dire...sta un po' inguaiato, no?
- Ma lei come si permette, ma cosa ne sa lei di come sto messo io?
- Ma guardi, non si alteri, non c'è mica niente da vergognarsi se sta alla canna del gas, ce ne sono tanti come lei sa? Anche se fanno finta di no...
- Senta, la sua carta di credito non mi interessa, va bene?
- Non faccia così, ci pensi, come farà con le vacanze quest'anno?
- Come farò con le vacanze? Andrò in vacanza, qual è il problema?
- Ah si? E con quali soldi?
- Ma lei chi cazzo è, mia madre?
- Lo vede che ha problemi di soldi? Lei ha problemi di soldi e ne parla con sua madre, che evidentemente la rifocilla spesso e volentieri....
- ma che cazzo dice, ma come si permette?
- Altrimenti non le sarebbe venuto da dire di sua madre, andiamo su...
- Senta come si chiama lei, vada a fare in culo! Clic. Stronza, puttana, bastarda...
- Drin Drin
- Eh, no cazzo! Ora non rispondo! si, si suona suona, sai che me ne fotte....
- drin drin
- Taci, bastardo!
- Drin drin
- Oh, no....! Pronto?
- Pronto! Finalmente, perché non rispondeva, scusi?
- Ma chi è?
- Sono Arturo, della SoldInPrestSubSub, signor Filipponi?
- Eh...no, non sono il signor Filipponi...ecco, lui non c'è!
- E lei chi è? Perché risponde al cellulare del signor Filipponi?
- Eh?...cosa...io...sono il fratello...!
- Il signor Filipponi non ha fratelli! Signor Filipponi, andiamo, non faccia così, proprio a me che sto per farle un'offerta incredibile, lo sa che lei è uno dei nostri migliori clienti?
- NON SONO IL SIGNOR FILIPPONI, VA BENE?????
- Signor Filipponi, la smetta, lo sappiamo che è lei, su, non faccia il bambino!
- E come cazzo lo sapete che sono io?
- Abbiamo la sua impronta vocale. E proprio adesso il computer mi conferma che è lei al 350%.
- La mia impronta...cosa?
- Ma certo! Si ricorda quando fece quel prestito per curarsi quella fastidiosa laringite in clinica e le fecero fare quella prova di voce in quel tubo? "SONO IL SIGNOR FILIPPONI...!" Era un registratore per impronte vocali. E quella firmetta subito dopo? Era il permesso per metterla a disposizione di chiunque su internet. Noi l'abbiamo trovata lì!
- Ma porca....
- Ma stia tranquillo, lasci perdere queste cazzate e stia a sentire! C'ho qua sul tavolo 10mila bei euro che aspettano solo di entrare nelle sue tasche, che dice, le facciamo entrare? Eh? E andiamo su, non lasciamo tutte queste banconote qua da sole alla mercé di chiunque...è un peccato di Dio....
- Ma non mi servono...!
- Non le servono? Ma che dice? Ma ha visto il suo conto corrente, scusi?
- Il mio conto...cosa??? Che ne sa lei del mio conto corrente????
- Che ne so? Ce l'ho qua davanti! Lei sta sotto di millecinque!
- Millecinque? Come millecinque? Dovevano essere 800, massimo 900, come sarebbe mille...? E POI LEI COME CAZZO FA AD AVERE IL MIO CONTO CORRENTE, PORCA DI QUELLA PUTTANA....
- Ehi, stia buonino Filipponi, non è mica colpa mia se lei dà le autorizzazioni sui suoi dati a tutti, e poi qualcuno le utilizza...
- MA DI QUALE AUTORIZZAZIONE VA CIANCIANDO? IO NON HO MAI AUTORIZZATO NESSUNO....
- Ah no? E quella volta che ha chiesto un prestito alla sua banca?
- il prestito alla banca...? Ma è roba vecchissima, l'ho pagato tutto!
- E certo, però tra le altre cose firmò un'autorizzazione a rendere visibile il suo conto corrente a chiunque avesse più di 18 anni, e percio...
- Cosa....????
- Filipponi lei è una testa di cazzo! Lei firma qualsiasi cosa, e poi si lamenta! Lasci che le dica questo: lei sta sotto di millecinque, abbia pazienza, sta facendo una figura di merda, lo sa che in banca tutti ridono di lei? Un conto è stare sotto di tre-quattrocentomila euro, le banche sì che si cagano sotto, un conto è stare sotto di millecinque! é roba da stronzi falliti e infatti lei è lo zimbello della banca. Ma niente paura, io adesso le sto dando l'occasione di mettergli un bel dito nel culo a quegli stronzi! Domani le arrivano sul conto dieci bei testoni e così quelli diranno: "però, hai visto il Filipponi, lo davamo per deficiente e invece...".
- Lasci perdere, non mi interessa!
- Lei mi sta deludendo, Filipponi...! Pensavo fosse una persona intelligente!
- La saluto! Non abbiamo più niente da dirci! CLIC. Bastardo!
- Drin drin
- No, voglio morire....
- Drin dr
- Pronto, chi cazzo è?
- Ciao Filippo!
- Chi è?
- Sono Gianfranco, della Strozzifin. come te la passi, vecchio babbione?
- Babbione a chi? Ma chi cazzo ti conosce?
- Brutta giornata oggi, eh?
- Ma che cazzo vuoi, ma chi cazzo ti...
- Aho, e stai calmo! Così si tratta un benefattore?
- Che vuoi? Come hai il mio numero di cellulare?
- Lascia stare il cellulare e apri le orecchie! C'ho qua una carta di credito di 20mila testoni, dieci te li dò subito e altri dieci quando vuoi tu, e cominci a rimborsare tra due anni! Dico: due anni! Ma chi te la fa una proposta così? Eh? Solo il Gianfranco tuo te la fa, ecco qua!
- Non li voglio, non mi servono!
- AHAHAHAHAh, scusa ma sei forte! Stai inguaiato come un lavavetri sul world trade center l'11 settembre e dici che non ti servono!
- Guarda so tutto! Hai guardato nel mio conto corrente, sai quanto guadagno, da quanto tempo non mi pagano e tutto. Beh, ascolta una cosa: ci sono delle cose che NON SAI, va bene? CI SONO COSE CHE NESSUNO DI VOI SA! Io ho altre entrate, che tengo ben nascoste e quindi non ho bisogno di soldi, va bene?
- Filippo, filippo...perché fai così con un amico...ti prego...
- Ti prego un cazzo, guarda, ti prego io, ti prego di andare a fare in culo, va bene?
- Sei stupido, Filippo. Quanto tempo vuoi andare avanti facendoti dare i soldi da tua madre? Tua madre, Filippo, una povera vedova che vive di pensione in una casa in affitto, col riscaldamento rotto, che si deve mettere tre maglie per sopravvivere all'inverno...
-.........
- Eh, non parli più eh? Fai bene, che cazzo parli a fare....! Lascia fare tutto a me. Domani, con quella carta di credito, finalmente puoi andare da tua madre e dirle: "mamma, non puoi vivere così. Ecco i soldi per la caldaia, ecco i soldi per l'affitto, ecco i soldi per l'abbonamento a Sky". Cazzo Filippo, è tua madre...come puoi toglierle i soldi della pensione? Come cazzo puoi??
- ....co...come fai...a sapere tutto....questo?
- Sei un coglione, Filippo! Tu firmi le carte senza leggere che cazzo c'è scritto! Uno più coglione di te non l'ho mai visto e guarda che col mestiere che faccio di coglioni ne trovo parecchi, fidati!
- ...io...è...solo un.....momento...passeggero....io....restituirò tutto....a mia.....madre...!
- Ma certo Filippo, fai un lavoro del cazzo,la gente non ti paga, ma tu un giorno ce la farai, vedrai...adesso però pigliati 'sti soldi e comincia la risalita... su forza!
- NO! NON LI VOGLIO! NON LI VOGLIO!!! CAZZO, CE LA FARO', CE LA FARO' DA SOLO, SENZA I TUOI FOTTUTI SOLDI A STROZZO!
- Filippo, non fare cazzate! Hai pure un figlio in arrivo!
- Un figlio...cosa? Ma che cazzo dici? Non ho nessun figlio in arrivo!
- Ah, no? Chiedilo a quella zoccola della tua fidanzata dov'è che va il venerdì sera!

Pubblicato il 30/1/2008 alle 15.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web