Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

LIBRI/ 2

Romano Prodi
Un Paese da guarire
Gli inevitabili - Rizzoli
780 pagine - 20 euro

Romano Prodi traccia le linee guida del suo programma per l'Italia, dopo la vittoria dell'Ulivo alle elezioni del 2006. In appena 87 capitoli Il presidente del Consiglio rivela la sua ricetta per il Paese, dalla politica idustriale, alla politica economica, dalla politica sociale alla politica estera, dalla politica culturale alla politica demografica, dalla politica europea alla politica mondiale, dalla politica spaziale alla politica condominiale, dalla politica partitica alla politica bipartitica. I resistentissimi lettori che saranno arrivati fino a qui, potranno poi scoprire un Romano Prodi privato e insolitamente divertente, in un dialogo con i suoi nipoti a cui racconta i programmi per la politica dell'infanzia fino alla politica dell'adolescenza, per poi approdare alla politica adulta terminando poi con la politica della vecchiaia. In allegato al libro, 10 grammi di cocaina per avvantaggiare la lettura.

Francesco Rutelli
Il ragazzo che scuoteva la testa
Biografie governative  - Mondadori
200 pagine - 15 euro

Francesco Rutelli raccontato da Francesco Rutelli. Il Ministro dei beni culturali racconta con tono a volte divertito a volte pensoso, a volte riflessivo, a volte serio, a volte scherzoso ma sempre attento a non essere interessante, la sua difficile e tormentata vita. A cominciare da un'infanzia trascorsa in famiglia sempre all'opposizione dei genitori che volevano frequentasse l'asilo e le scuole elementari mentre lui, scuotendo la testa, diceva che avrebbe cambiato il mondo. L'adolescenza trascorsa all'opposizione dei genitori che volevano fargli fare carriera nella Democrazia Cristiana mentre lui, scuotendo la testa, diceva che avrebbe voluto impiccare l'ultimo re con le budella dell'ultimo prete. Poi una giovinezza trascorsa all'opposizione del Partito Radicale di cui auspicava, sempre scuotendo la testa, lo scioglimento affinché non si compromettesse con il potere. Fino all'incontro con Barbara Palombelli che "un giorno - racconta Rutelli - senza mezzi termini mi dice: A' bello, che dobbiamo fare? Io co' te ce posso pure 'sta, me piaci, ma io vojio na' famija e quindi te devi avere un lavoro sicuro, a' Francè, e chiacchiere stanno a zero, qua c'è un mutuo importante da pagare, le macchine i vestiti, i viaggi ecc ecc". Ed ecco allora il Francesco di oggi, con la testa a posto e un lavoro sicuro, tredicesima e quattordicesima, un po' di soldi da parte e tanto tanto tempo libero.

Piero Fassino
Abbiamo vinto nel 2002,2003,2004,2005,2006
Conteggi fondamentali - Einaudi
150 pagine - 5 euro

Una raccolta degli interventi di Piero Fassino alle trasmissioni Tv come Porta a Porta, Primo Piano e Ballarò, in cui il segretario dei Ds, per cinque lunghi anni non si stancò mai di ripetere a chiunque gli si ponesse davanti che loro stavano vincendo tutte le elezioni. Dal primo intervento: "Vorrei ricordare all'onorevole Tremonti che noi abbiamo vinto nel 2002 a Canicattì", a quello, memorabile da Bruno Vespa, un anno dopo: "Prima di tutto vorrei ricordare che abbiamo vinto le elezioni europee del 2003", proseguendo poi con Casini a Ballarò l'anno seguente:"Ti ricordo che abbiamo vinto nel 2002, nel 2003, e nel 2004", fino all'anno successivo, a Primo Piano quando disse a Schifani l'indimenticabile "Si ricordi, Schifani, che noi abbiamo vinto nel 2002, 2003, 2004, e anche nel 2005 a Cuneo!". Completa il volume l'intervento di nuovo a Ballarò, dopo le elezioni del 2006, quando disse a Fini: "Impara come si vince per cinque anni di seguito. Cosa dici? Beh, allora è il caso che ti ricordi che abbiamo vinto nel 2002, nel 2003, nel 2004, nel 2005 e ora anche nel 2006". Per il 2007, Piero Fassino è pronto ad aggiornare questo volume. Nel caso servisse.

 

Pubblicato il 6/12/2006 alle 21.47 nella rubrica Recensioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web