Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

GIA' SI SA COME VA A FINIRE

- Già si sa come va a finire.
- Prodi cade a marzo-aprile 2007.
- Troppo schiacciato a sinistra.
- Troppo simpatizzante con la sinistra radicale
- Troppo occupato a farsi i cazzi suoi.
- Troppo stronzo nel farseli senza neanche avvertire i Ds
- Troppo per uno che non ha neanche un partito e se sta là è solo grazie ai ds.
- Meglio mandarlo affanculo di nuovo.
- Meglio fare un bel governissimo.
- Con l'incarico a Mario Monti o Giuliano Amato.
- Entra l'Udc, assieme a Follini.
- Bella mossa, Follini, con l'Italia di mezzo.
- Eh già, un tempismo perfetto.
- Fuori rifondazione, comunisti, verdi e altre frattaglie.
- Dentro forza italia
- Con parecchi suoi ministri.
- Il compito del governissimo è fare le riforme "essenziali per il paese".
- Compresa la riforma elettorale.
- Poi si va a votare.
- Verso ottobre, sarebbe l'ideale.
- E se non ce la si fa, si va a marzo 2008
- Il candidato del centrosinistra è Veltroni
- Niente partito democratico.
- I Ds sono maggioranza nel centro sinistra e finalmente possono esprimere loro il premier.
- Il candidato del centrodestra sarà ancora Berlusconi.
- Il quale ha ancora buone possibilità di vittoria.
- Ma con Veltroni sarà dura.
- L'importante è vincere.
- L'importante è che Veltroni una volta che ha vinto, non si metta in testa di farsi i cazzi suoi.
- Ah no. Non deve nemmeno tentarci.
- Altrimenti...
- Altrimenti cade dopo massimo un anno.
- E si fa un bel governissimo.
- magari incaricando un tecnico.
- Uno come Prodi, per esempio.
- Col compito di fare le "riforme essenziali per il paese".
- E rifare la legge elettorale.
- Per poi andare a rivotare.
- nel 2010, se ce la si fa, sennò massimo al 2011.
- Con candidato D'Alema.
. L'importante è che una volta che ha vinto, non gli venga in testa di farsi i cazzi suoi.
- Ah, no, altrimenti cade.
- E magari anche subito.
- Dopo un solo anno, anche.
- E si fa un governo tecnico

(continua. Basta rileggerlo in loop).
 

Pubblicato il 26/10/2006 alle 11.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web