Blog: http://vocidipopolo.ilcannocchiale.it

SCIENZA: SCOPERTO IL GENE RESPONSABILE DELLE STRONZATE

Non tutti sparano cazzate allo stesso modo. E non è solo per motivi psico-emotivi e ambientali. La capacità di creare eccezionali stupidaggini e vere e proprie cazzate abnormi, credendoci davvero, è legata a un gene, forse anche più di uno. Ed è ereditaria.
Stupidaggini come "Il velo islamico è una imposizione per tutte le donne musulmane: io lo so con certezza" (Daniela Santanché), oppure "L'Italia è mafiosa e gli spagnoli sono corrotti" (Vladimir Putin), oppure ancora tutti i discorsi di Calderoli senza eccezioni, dipendono da GCH-1, gene del cromosoma 7 (hai capito, 'sto pezzo di merda...).
L'espressione del gene regola il livello di «intelligenza» di una persona o di un malato, abbassandola notevolmente e spingendo il soggetto a dire quante più cazzate possibili. Mentre una particolare variante (mutazione) del gene sembra mitigare un po' la capacità di sparare cazzate, come se il gene dicesse al soggetto: beh, ora stai un po' zitto per favore, che stai davvero sparando cazzate immani. Chi possiede questa capacità di moderazione (circa un quarto della popolazione) spara meno cazzate o ha bisogno di una dose inferiore di farmaci anti-stronzate. Mentre gli altri, beh, è un vero casino gente, come del resto sapete bene anche voi leggendo i giornali. 

I SOGGETTI A RISCHIO — La scoperta di GCH-1, che potrebbe portare a future cure anti-emissione di stronzate, è pubblicata sulla rivista Nature Medicine ed è stata finanziata dai National Institutes of Health degli Stati Uniti. Finanziamento pubblico perché le cazzate, sparate soporattutto da capi di stato e di governo sono una priorità. Una cifra è illuminante: 100 miliardi di cazzate l'anno sono attualmente sparate dall'attuale popolazione mondiale, cosa che crea guerre e malattie. Conoscere il gene legato alle cazzate non solo rende possibile identificare le persone a rischio (questo però era già abbastanza facile, ndr) ma soprattutto permette di provare a curarle mettendo sotto osservazione la qualità e quantità di cazzate emesse dai soggetti prima e dopo le cure prescritte.
I test sono stati condotti su volontari sani (tra cui famosi capi di stato) e pazienti ricoverati che avevano appena pronunciato cazzate immani (Ad esempio Silvio Berlusconi ha attirato l'interesse degli scienziati con la celebre frase "Solo Napoleone ha fatto più di me" e, recentemente, anche il famoso manager Giancarlo Cimoli con "L'Alitalia andrà in pareggio nel 2006", è finito tra i pazienti).
Sotto osservazione anche il tenutario di questo blog, che pare avviato verso una brutta china.

L'articolo originale Per saperne di più
E se ancora non ne avete abbastanza ecco l'altra recente eccezionale scoperta

Pubblicato il 23/10/2006 alle 11.54 nella rubrica Ultim'ora.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web