.
Annunci online

vocidipopolo
Un blog di nicchia


Diario


30 gennaio 2008

PRIVACY

- Pronto?
- lalalalalalala.....
- Pronto????
- ...ah si, buonasera, parlo con il signor Filipponi Filippo?
- Si, sono io...
- Buongiorno signor Filipponi, sono Samantah della DreamFinPrest, ho un'offerta sensazionale per lei!
- Come ha avuto il numero del mio cellulare?
- Il suo numero? E' su internet! Però adesso si concentri, sto per farle un'offerta sensazionale, che non potrà rifiutare, è proprio quello che le serviva...stia a sentire!
- No guardi lei, ora non posso e poi sono le nove e mezza di sera, non potete chiamare a quest'ora scusi...!
- Non c'è problema, se vuole la chiamo domani sera a mezzanotte al numero di casa, lo preferisce?
- No no no, va bene mi dica...
- Signor filipponi, lei è uno dei nostri migliori nominativi che abbiamo nel database, che ne dice se domani mattina le piazziamo sul conto corrente 2500 euro, eh? Non è un'offerta fantastica?
- No guardi, non ho bisogno di 2500 euro, lasci perdere.
- Ma come non ha bisogno, ma scusi, a noi risulta che lei guadagna un po' pochino, mi scusi eh?, però secondo i nostri calcoli a lei 2500 euro le servono eccome!
- E voi che ne sapete quanto guadagno io?
- Signor Filipponi, lasci perdere queste quisquilie e si concentri per favore: noi le diamo 2500 euro e lei per il primo anno, ascolti bene, non PAGA GLI INTERESSI!!! Zero, niente, nothing, dico ma si rende conto?
- Già e poi per il secondo anno che succede?
- Cosa succede? Niente. Che deve succedere?
- Eh già, mi dica invece, per favore, il tasso di interesse del secondo anno, nonono, me lo dica, forza!
- Vabbè scusi, ma lei è un pignolo, non si concentra sulla questione, si fissa su un particolare e mi perde di vista l'offerta globale!
- Senta, non mi interessa, va bene?!
- Lei sta perdendo una grande occasione...
- Va bene, ne ho perse tante nella vita, perderò anche questa! la saluto.
- Aspetti, ho un'altra offer...
- Clic. Vaffanculo!
- Drin!
- Oh Dio santo. Pronto?
- Pronto, buongiorno, lei è il signor Filipponi Filippo?
- ....si...
- Buonasera, scusi l'ora, ma non la troviamo mai e dunque...
- e dunque? Chi è? Cosa vuole?
- Sono Stefania, della SuperSantosMegaFin, abbiamo un'offerta sensazionale per lei...
- ....come ha fatto ad avere il mio numero di cellulare....?
- Ce l'ha dato lei!
- Ve l'ho dato io??
- Massì, si ricorda quando ha fatto quel prestito per la sua autovettura? Quelle 28 firme da mettere? Su una delle 28 firme c'era scritto che autorizzava la circolazione del dati presso tutte le finanziarie dell'Europa centrale!
- Cazzo....
- Eh già!
- Vabbè dica...
- Domani mattina noi le mandiamo tramite corriere la nostra carta di credito SuperSantosCard, con un fido di 5mila testoni, tutti belli disponibili per lei, eh, cosa ne dice?
- Cosa ne dico? Che non mi servono! Non mi interessa...
- Non le interessa? Scusi se insisto ma le dovrebbe interessare eccome!
- Ah si, è perché?
- Guardi basta considerare il prestito che ha fatto per la sua autovettura. Lei due anni fa s'è fatto prestare 2mila euro per comprare una Y10 usata con rate da 15 euro al mese per 5 anni. Dico, uno che si compra uno scassone e si fa pure prestare i soldi, e li rimborsa con 15 euro al mese, è chiaro che...come dire...sta un po' inguaiato, no?
- Ma lei come si permette, ma cosa ne sa lei di come sto messo io?
- Ma guardi, non si alteri, non c'è mica niente da vergognarsi se sta alla canna del gas, ce ne sono tanti come lei sa? Anche se fanno finta di no...
- Senta, la sua carta di credito non mi interessa, va bene?
- Non faccia così, ci pensi, come farà con le vacanze quest'anno?
- Come farò con le vacanze? Andrò in vacanza, qual è il problema?
- Ah si? E con quali soldi?
- Ma lei chi cazzo è, mia madre?
- Lo vede che ha problemi di soldi? Lei ha problemi di soldi e ne parla con sua madre, che evidentemente la rifocilla spesso e volentieri....
- ma che cazzo dice, ma come si permette?
- Altrimenti non le sarebbe venuto da dire di sua madre, andiamo su...
- Senta come si chiama lei, vada a fare in culo! Clic. Stronza, puttana, bastarda...
- Drin Drin
- Eh, no cazzo! Ora non rispondo! si, si suona suona, sai che me ne fotte....
- drin drin
- Taci, bastardo!
- Drin drin
- Oh, no....! Pronto?
- Pronto! Finalmente, perché non rispondeva, scusi?
- Ma chi è?
- Sono Arturo, della SoldInPrestSubSub, signor Filipponi?
- Eh...no, non sono il signor Filipponi...ecco, lui non c'è!
- E lei chi è? Perché risponde al cellulare del signor Filipponi?
- Eh?...cosa...io...sono il fratello...!
- Il signor Filipponi non ha fratelli! Signor Filipponi, andiamo, non faccia così, proprio a me che sto per farle un'offerta incredibile, lo sa che lei è uno dei nostri migliori clienti?
- NON SONO IL SIGNOR FILIPPONI, VA BENE?????
- Signor Filipponi, la smetta, lo sappiamo che è lei, su, non faccia il bambino!
- E come cazzo lo sapete che sono io?
- Abbiamo la sua impronta vocale. E proprio adesso il computer mi conferma che è lei al 350%.
- La mia impronta...cosa?
- Ma certo! Si ricorda quando fece quel prestito per curarsi quella fastidiosa laringite in clinica e le fecero fare quella prova di voce in quel tubo? "SONO IL SIGNOR FILIPPONI...!" Era un registratore per impronte vocali. E quella firmetta subito dopo? Era il permesso per metterla a disposizione di chiunque su internet. Noi l'abbiamo trovata lì!
- Ma porca....
- Ma stia tranquillo, lasci perdere queste cazzate e stia a sentire! C'ho qua sul tavolo 10mila bei euro che aspettano solo di entrare nelle sue tasche, che dice, le facciamo entrare? Eh? E andiamo su, non lasciamo tutte queste banconote qua da sole alla mercé di chiunque...è un peccato di Dio....
- Ma non mi servono...!
- Non le servono? Ma che dice? Ma ha visto il suo conto corrente, scusi?
- Il mio conto...cosa??? Che ne sa lei del mio conto corrente????
- Che ne so? Ce l'ho qua davanti! Lei sta sotto di millecinque!
- Millecinque? Come millecinque? Dovevano essere 800, massimo 900, come sarebbe mille...? E POI LEI COME CAZZO FA AD AVERE IL MIO CONTO CORRENTE, PORCA DI QUELLA PUTTANA....
- Ehi, stia buonino Filipponi, non è mica colpa mia se lei dà le autorizzazioni sui suoi dati a tutti, e poi qualcuno le utilizza...
- MA DI QUALE AUTORIZZAZIONE VA CIANCIANDO? IO NON HO MAI AUTORIZZATO NESSUNO....
- Ah no? E quella volta che ha chiesto un prestito alla sua banca?
- il prestito alla banca...? Ma è roba vecchissima, l'ho pagato tutto!
- E certo, però tra le altre cose firmò un'autorizzazione a rendere visibile il suo conto corrente a chiunque avesse più di 18 anni, e percio...
- Cosa....????
- Filipponi lei è una testa di cazzo! Lei firma qualsiasi cosa, e poi si lamenta! Lasci che le dica questo: lei sta sotto di millecinque, abbia pazienza, sta facendo una figura di merda, lo sa che in banca tutti ridono di lei? Un conto è stare sotto di tre-quattrocentomila euro, le banche sì che si cagano sotto, un conto è stare sotto di millecinque! é roba da stronzi falliti e infatti lei è lo zimbello della banca. Ma niente paura, io adesso le sto dando l'occasione di mettergli un bel dito nel culo a quegli stronzi! Domani le arrivano sul conto dieci bei testoni e così quelli diranno: "però, hai visto il Filipponi, lo davamo per deficiente e invece...".
- Lasci perdere, non mi interessa!
- Lei mi sta deludendo, Filipponi...! Pensavo fosse una persona intelligente!
- La saluto! Non abbiamo più niente da dirci! CLIC. Bastardo!
- Drin drin
- No, voglio morire....
- Drin dr
- Pronto, chi cazzo è?
- Ciao Filippo!
- Chi è?
- Sono Gianfranco, della Strozzifin. come te la passi, vecchio babbione?
- Babbione a chi? Ma chi cazzo ti conosce?
- Brutta giornata oggi, eh?
- Ma che cazzo vuoi, ma chi cazzo ti...
- Aho, e stai calmo! Così si tratta un benefattore?
- Che vuoi? Come hai il mio numero di cellulare?
- Lascia stare il cellulare e apri le orecchie! C'ho qua una carta di credito di 20mila testoni, dieci te li dò subito e altri dieci quando vuoi tu, e cominci a rimborsare tra due anni! Dico: due anni! Ma chi te la fa una proposta così? Eh? Solo il Gianfranco tuo te la fa, ecco qua!
- Non li voglio, non mi servono!
- AHAHAHAHAh, scusa ma sei forte! Stai inguaiato come un lavavetri sul world trade center l'11 settembre e dici che non ti servono!
- Guarda so tutto! Hai guardato nel mio conto corrente, sai quanto guadagno, da quanto tempo non mi pagano e tutto. Beh, ascolta una cosa: ci sono delle cose che NON SAI, va bene? CI SONO COSE CHE NESSUNO DI VOI SA! Io ho altre entrate, che tengo ben nascoste e quindi non ho bisogno di soldi, va bene?
- Filippo, filippo...perché fai così con un amico...ti prego...
- Ti prego un cazzo, guarda, ti prego io, ti prego di andare a fare in culo, va bene?
- Sei stupido, Filippo. Quanto tempo vuoi andare avanti facendoti dare i soldi da tua madre? Tua madre, Filippo, una povera vedova che vive di pensione in una casa in affitto, col riscaldamento rotto, che si deve mettere tre maglie per sopravvivere all'inverno...
-.........
- Eh, non parli più eh? Fai bene, che cazzo parli a fare....! Lascia fare tutto a me. Domani, con quella carta di credito, finalmente puoi andare da tua madre e dirle: "mamma, non puoi vivere così. Ecco i soldi per la caldaia, ecco i soldi per l'affitto, ecco i soldi per l'abbonamento a Sky". Cazzo Filippo, è tua madre...come puoi toglierle i soldi della pensione? Come cazzo puoi??
- ....co...come fai...a sapere tutto....questo?
- Sei un coglione, Filippo! Tu firmi le carte senza leggere che cazzo c'è scritto! Uno più coglione di te non l'ho mai visto e guarda che col mestiere che faccio di coglioni ne trovo parecchi, fidati!
- ...io...è...solo un.....momento...passeggero....io....restituirò tutto....a mia.....madre...!
- Ma certo Filippo, fai un lavoro del cazzo,la gente non ti paga, ma tu un giorno ce la farai, vedrai...adesso però pigliati 'sti soldi e comincia la risalita... su forza!
- NO! NON LI VOGLIO! NON LI VOGLIO!!! CAZZO, CE LA FARO', CE LA FARO' DA SOLO, SENZA I TUOI FOTTUTI SOLDI A STROZZO!
- Filippo, non fare cazzate! Hai pure un figlio in arrivo!
- Un figlio...cosa? Ma che cazzo dici? Non ho nessun figlio in arrivo!
- Ah, no? Chiedilo a quella zoccola della tua fidanzata dov'è che va il venerdì sera!


28 gennaio 2008

RITORNERAI



(Di Bruno Lauzi-Vocidipopolo)

Ritornerai
lo so ritornerai
col tuo sorriso
i tuoi avvocati
e scoprirai
che il tempo in fondo
non è passato
che nulla è cambiato
e riderai
di questi due anni
all'opposizione
solo po' di riposo e poi
ripartirai
più tosto e in forma che mai

Ho un groppo in gola
per la tua idea di libertà
ma non è per questo che tu non
ritornerai, ritornerai
ritornerai, ritornerai

ritornerai
anche tu lo sai
del resto c'è chi predisse
che con questi dirigenti
non avremmo vinto mai
e licenzierai
quei soliti quattro stronzi della rai
per altri 5 anni
a trasmettere dalla Bulgaria
li lascerai

ho comprato la museruola
per la tua idea di libertà
ma non è per questo che tu non
ritornerai, ritornerai,
ritornerai, ritornerai

ritornerai
son tutti d'accordo che lo farai
insieme a fini, tremonti e casini
e pure calderoli non ci risparmierai
e intrallazzerai
come pure non hai sognato mai
però alla sinistra
un ringraziamento
per questo momento
glielo dovrai
ma lo so che lo sai
e sicuro lo farai
ma non per questo tu non
ritornerai, ritornerai
ritornerai, ritornerai

ho i coglioni in una tagliola
se penso al partito della libertà
ma non per questo tu non
ritornerai, ritornerai
ho già disdetto
l'abbonamento a Sky
in attesa che tu
ritornerai, ritornerai,
ritornerai, ritornerai


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi canzone lauzi ritornerai

permalink | inviato da vocidipopolo il 28/1/2008 alle 16:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 gennaio 2008

PALLOTTOLE



News: Una lettera contenente una pallottola è stata recapitata oggi nella sede della Destra, il movimento politico fondato da Storace. Lo informa un comunicato della stessa formazione politica che si chiede chi ci sia dietro questo disegno e soprattutto quando arriveranno gli altri pezzi da montare.


25 gennaio 2008

LAICITA'

- Ma che cos'è la laicità?
- Chiedilo a Magris


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. laicità magris

permalink | inviato da vocidipopolo il 25/1/2008 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


25 gennaio 2008

SPAZIO CULTURA




Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi.

Chi non cambia la marca, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente
chi evita una passione, chi preferisce il nero al bianco e i puntini sulle “i” ad un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

E perciò, a questo punto, è indifferibile, profferire, immantinente, idefettibilmente, come su un irrinunciabile linea del  Piave,  l'invocazione, l'invito, l'offerta, che autonoma dal cuor risale e scaturisce in tutta la sua fragranza e necessità:

a' Mastè, mavammoriammazzato!


23 gennaio 2008

PARLA CHIARO



Il coordinatore del Pd Bettini, Veltroni, D’Alema e Rutelli: tutti d’accordo. Il Presidente della Provincia di Roma Enrico Gasbarra (uomo per bene e amministratore competente) il 30 Gennaio dovrebbe annunciare la sua candidatura a sindaco di Roma. Auguri! (Dal blog di Pierluigi Diaco)

Traduzione:

Enrico, per favore mi rispondi al telefono? Hai letto quel mio progettino? Che ne pensi, lo facciamo? 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diaco basta la parola

permalink | inviato da vocidipopolo il 23/1/2008 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 gennaio 2008

ULTIM'ORA



NEWS: Si aggrava la situazione rifiuti. Non si trova una discarica per il governo Prodi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo crisi dimissioni mastella

permalink | inviato da vocidipopolo il 21/1/2008 alle 20:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 gennaio 2008

IN DUECENTOMILA PER LA SOLIDARIETA'

 

NEWS: In 200.000 hanno risposto all'appello del cardinale Casini a participare questa domenica all'Angelus per esprimere affetto e vicinanza al papa Cuffaro, dopo l'assoluzione a cinque anni di galera per la vicenda del favoreggiamento della mafia di cui Cuffaro nulla sapeva minchia. In piazza San Cuffaro anche molti esponenti politici di tutti i partiti, da Riina a Provenzano, da Salvatore Lo Piccolo a Matteo Messina Denaro. Il premier Lucky Luciano Junior da Las Vegas ha commentato: Minchia dicono che m'ha favorito? Sono io che l'ho favorito quel grandissimo figgjebbottana!"


18 gennaio 2008

ADORNATO: VI PRESENTO CLERICAL



ANSA - Da Mercoledì 23 gennaio sarà in edicola un nuovo quotidiano: Liberal di Ferdinando Adornato. Il presidente della fondazione Liberal firmerà la testata, da lui fondata nel 1995 e ne sarà di fatto l'editore. La testata sarà diretta da Renzo Foa e avrà anche un altro direttore di prestigio: Michael Novak, l'influente intellettuale dell' American Enterprise Institute, che ha accettato di 'firmare' il nuovo quotidiano da Washington. Un consiglio di direzione affiancherà poi questo gruppo dirigente e sarà composto da Giuliano Cazzola, economista di area Forza Italia,  Gennaro Malgieri consigliere di amministrazione della Rai, di area An e Paolo Messa direttore
del mensile Formiche, di area Udc.
Tra le firme che collaboreranno al giornale: da Mons. Rino Fisichella al Maestro Claudio Scimone, da Francesco D'Agostino a Francesco Alberoni ed Eugenia Roccella. E ancora: Mario Arpino Sergio Belardinelli, Mauro Canali, Enrico Cisnetto, Roberto De Mattei, Carlo Jean, Giancarlo Galli, Arturo Gismondi, Giorgio Israel, Mauro Mazza, Assuntina Morresi, Carlo Secchi, Stefano Silvestri e Carlo Ripa di Meana. (ANSA)

Ogni tanto anche l'Ansa prende una cappellata. Il nuovo giornale di Ferdinando Adornato non si chiama "Liberal" ma "Clerical" (d'altronde con quei collaboratori lì, come si fa a confondersi? Mah!). Ma è comunque una buona notizia: nasce un quotidiano clericale che fa riferimento ad una cultura oggi fortemente presente nel nostro Paese ma ancora non adeguatamente rappresentata a livello culturale e governativo. Vocidipopolo ha chiesto all'editore Ferdinando Adornato di anticipare a noi peones il suo editoriale di apertura che pubblichiamo in anteprima e di cui lo ringraziamo vivamente. Grazie Ferdinando, per la stima.

Essere Clerical

Di Ferdinando Adornato

Cari lettori dopo diversi anni di assenza "Clerical" torna in edicola e questa volta sotto forma di quotidiano. Molto tempo è passato da quando dovetti chiudere la rivista settimanale "Liberal" per mancanza di lettori. Allora mi chiesi come mai un progetto sicuramente valido come Liberal che voleva riunire sotto un unico giornale tutte le anime ultraconservatrici di questo paese, non riuscì ad avere un adeguato seguito. Evidentemente, mi risposi, non ero riuscito a spiegarmi come dovevo. Lo faccio adesso, cercando di essere più chiaro possibile e nel contempo presentarvi le firme che scriveranno sul Clerical. Probabilmente uno dei motivi dell'insuccesso, forse il principale, fu proprio la testata "Liberal" invece di "Clerical".

Fin dai primi numeri di Liberal fu chiaro a tutti che il giornale non c'entrava una mazza con la cultura liberale. Come potevano infatti definirsi ispirati di cultura liberale articoli che di riffa o di raffa, di dritto e di rovescio, di lana o di seta, alla fine andavano tutti a parare in due uniche direzioni: Forza Italia che, come sapete sta all'autentica cultura liberale come Fidel Castro alla cravatta, e il Vaticano che, come ben sapete sta alla cultura liberale come Calderoli alla riflessione. Ecco, mi son detto, nel momento in cui mi si ricapiterà l'occasione devo essere chiaro fin dall'inizio. Voglio fare un giornale ultra conservatore, retrivo, intransigente, bacchettone, bigotto, di retroguardia spinta, fondamentalista, neo capitalista, ultracattolico di destra ma di destra quella vera, mica stupidaggini tipo Fini, per intenderci. E questo dovrà essere chiaro fin dall'inizio.

Ecco, il momento è giunto, l'ora delle decisioni irrevocabili è arrivata, Clerical si appresta a fare il suo ingresso nel recinto delle opinioni con la consapevolezza che ovviamente la nostra opinione è superiore alle altre, perché proviene da una Verità Rivelata, cosa che manca totalmente alle altre opinioni presenti, notoriamente frutto, nel migliore dei casi, di menti magari apprezzabili ma pur sempre umane.

Ma sbaglierebbe chi dovesse pensare che Clerical non sarà aperto al dialogo con le altre culture (sarebbe meglio chiamarle superstizioni ma non vogliamo essere noi i primi ad incrociare le spade), anzi, noi solleciteremo sempre il dialogo con questi simpatici e pittoreschi stregoni del pensiero moderno, ma sempre tenendo presente quello che è il nostro concetto di dialogo, che è facilmente e felicemente sintetizzabile: noi parliamo e gli altri ascoltano.

Non conosciamo infatti altre forme di dialogo che non sia il nostro monologo, perché questa è la nostra missione, per questo ci hanno mandato sulla terra. Ed è per questo che uno dei direttori di Clerical è Michael Novak.

Conoscete tutti Novak, teologo e politologo americano  uno degli alfieri del cattolicesimo neo conservatore, e fautore del capitalismo senza limiti, tanto per fare un esempio, la sua visione ideale è la Coca-Cola che sponsorizza la deforestazione completa dell'Amazzonia per farci una base sotterranea di missili puntati contro chiunque, con sopra un enorme Burger King. C'è chi dice che sarebbe sbagliato, ma io ribatto allora: dal pericolo islamico fondamentalista chi ci difende, l'Uomo Ragno?

Noi di Clerical pensiamo che un fucile puntato su chiunque passi sotto casa nostra e anche sotto casa degli altri, sia un buon metodo, attento a come ti muovi che ti faccio saltare le cervella. E cerca di andare in Chiesa più spesso, magari in ginocchio sui ceci.

Anche i grandi temi etici saranno ampiamente trattati da Clerical, attraverso la collaborazione di Eugenia Roccella. Conoscete certamente Eugenia, ultra cattolica conservatrice, a destra di Ratzinger, fautrice della fecondazione assistita dallo spirito santo, si tromba solo per procreare per il resto tu te lo annodi, lei se la chiude e finisce lì. Come non citare anche il suo progetto di legge per l'abolizione dell'orgasmo e la sua proposta di tutela dei diritti del nascituro fin dall'idea del concepimento così come facciamo nostra la sua idea di rivedere la legge sull'aborto abolendolo, così come ci pare più che ragionevole la sua idea di abolire le farmacie dato che dolore e sofferenza sono doni del signore.

Sono tutti temi sul tappeto che noi ampiamente tratteremo con la convinzione di essere nel giusto mentre gli altri non capiscono un cazzo e ogni cosa bisogna prima spiegargliela e poi assicurarsi che seguano passo passo le istruzioni, e nei casi più gravi, arrestarli e buttare via la chiave. Ma noi non ce la prendiamo. Siamo nati per soffrire. E per redimere.

Avrei voluto presentarvi le altre firme di Clerical, da Mauro Mazza direttore del Tg2 in quota AN - un moderato progessista quindi, ma noi siamo aperti, come ho detto prima, alla contaminazione tra chi la pensa come noi e chi ancora non sa di pensarla come noi e non si è ancora presentato al reclutamento ma è questione di giorni - ad altre firme illustri che qui non ho spazio per citare.

Ci auguriamo in futuro di ospitare interventi illustri di illuminati intellettuali come Jean Marie Le Pen, George Heider, i gemelli polacchi Katzinsky, qualche erede di Pinochet, oltre ovviamente ai nostri simpatici sostenitori Don Rumsfeld, Dick Cheney e tutti gli amici della destra ultra ortodossa americana. Giuliano Ferrara no, perché c'ha chiesto una cifra esagerata.

Ora devo davvero terminare, ci vediamo in edicola, pace e bene fratelli e ricordate: noi siamo una civiltà superiore e ci tocca affermarlo dovunque. E' la nostra missione.          


17 gennaio 2008

FINE MESE

- Una famiglia su sette stenta ad arrivare a fine mese
- E basta con 'sta litania... Pare che ci devono arrivare per forza a 'sto fine mese...




permalink | inviato da vocidipopolo il 17/1/2008 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre   <<  1 | 2  >>   febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Dillo in sintesi
Il popolo deve sapere
Ultim'ora
Guest Star
Recensioni
Songs for the masses
Dieci motivi
Bassa Società

VAI A VEDERE

Artefatti
Bengodi City
Ben Foggia Nius
Chiare Lettere
Daniele luttazzi
Difesa dell'informazione
Fratelli d'Italia
Ghostwritersondemand
Giornalettismo
Il Barbiere della Sera
Il Blog di Gago
Il (magico) mondo di Galatea
Le Rane nel blog
Luca Bottura
Malvino
MInimo Karma
Personalità confusa
Raccapriccio della stampa
Roberto Corradi
Sabelli Fioretti
Selvaggia Lucarelli
Spinoza
Pulsatilla
Travaglio, Gomez, Corrias al loro meglio
Rossa naturale
Vinicio Capossela


Voci di popolo



Il problema non è se siano vere o false. 
Il problema è che siano verosimili.

Contatti:
zannieroCHIOCCIOLAkatamailPUNTOcom

DELIRI PIU' O MENO ORGANIZZATI
Berlusconi in concerto
La legge del Cav/ 2
La legge del Cav


SPOT, SONDAGGI E CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE
Summer card Saccà
Schifangel
Giustizia: la campagna del governo
Sondaggio: La grazia ad Annamaria Franzoni
Test: quanto sei "piddino"?
Volevo lavorare a Libero


LE VOCI DI POPOLO:
I Love my roman radio
Lettera a Schifani
Benvenuto a Roma, caro Bush
Rifiuti tossici ma convenienti
Ronde notturne
All'armi siam leghisti
Un'altra sinistra (anche riformista) è possibile
Incubo Calderoli
Privacy
Come si scrive un pezzo cazzuto di cronaca
Discorsi da spiaggia
Taci, il maresciallo ti ascolta
Afghanistan
Tema di attualità
Quel politico in barca coi trans
Sogni
Geni televisivi
Casa Democratica
Casa Democratica/2
Voglio gli agenti della Cia sotto processo
Chi viene alla manifestazione di Vicenza?
Tutto il massacralcio minuto per minuto
Bastismi
Cocaina
Se(r)vizio pubblico
Erba
Napoli
Ecco il nuovo Windows Vista
Un travestito in Finanziaria
Rula, tocca a te!
Una profezia (l'insostenibile instabilità della sinistra).
Idee chiare sul Partito Democratico
Importante scoperta scientifica
L'appiccico delle lavandare
Telefonia moderna
Telefonia moderna/ 2
Dio c'è
Ratzinger chiede modifiche
Jerry
Sesso con Sottile
La morte di Al Zarqawi
Schiena dritta
Prossimamente al cinema
L'aereo di Ustica va al museo
In difesa del calcio/ 1
In difesa del calcio/ 2
In difesa del calcio/3
Italian secret service
Italian secret service/ 2
Materazzi e Zidane/ 1
Materazzi e Zidane/ 2
Pranzo al G8
La Grande coalizione
Il Nuovo Oriente
La conferenza sul Libano
Indignazioni popolari
La tragedia del lifting
Eleonora Figacchione ci fa causa
Eleonora Figacchione: intervista riparatrice
Appuntamenti
Autocode per l'Italia

INTERVISTE
Il Prof Negromonte e il calcio italiano
Francesco Rutelli
Gianni Alemanno

GUEST STAR
Scrivono orgogliosamente per noi
Antonio Polito
Ferdinando Adornato
Claudio Petruccioli
Piero Sansonetti
Vittorio Feltri
Carlo Lucarelli
Giorgio Bocca
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Mario Adinolfi
Maurizio Costanzo
Maria Laura Rodotà
Paolo Mereghetti

RECENSIONI
Patologie genetiche e croniche
Libri
Libri/ 2
Libri/ 3
Libri/ 4: Noir
Libri/ 5 Management
Libri/ 6 Thriller storici
Libri/ 7 Saggistica di attualità
Correnti di pensiero politico
Sistemi elettorali
Viaggi di tendenza
Dischi
Dischi/2 Antologie
Motociciclette
Vini
Moda
Ristoranti
Stasera in tv/ 1
Stasera in tv/ 2
Stasera in tv/ 3

CANZONI INTONATE
La società della Mediaset
Il Riformista
Ritornerai
Sanremo 2008: i testi/ 4
Sanremo 2008: i testi/ 3
Sanremo 2008: i testi/ 2
Sanremo 2008: i testi
Loredana Lecciso: Dammelos
Dammelos. I testi/1
Dammelos. I testi/ 2
Sanremo: i testi/3
Sanremo i testi/ 2
Sanremo i testi/ 1

SEX IN THE CITY
Gang bang
La caccia
Master and servant
La piscina birichina
L'orgia elettorale

ANNUNCI GOOGLE
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque


CERCA