.
Annunci online

vocidipopolo
Un blog di nicchia


Diario


29 giugno 2007

ANNUNCI GOOGLE

Sei Frocio?
Fatti curare a suon di calci nel culo. Offerte speciali per seguaci di Luxuria.
www.verimaschi.it

Non ti si rizza nemmeno a pagarlo?
La soluzione è a portata di mano. Quella di Samanthazza, la bonazza che ti stravizia. Solo su:
www.Samanthazzalabonazza.com

Il nuovo film Pirelli?
E a me lo chiedi? Ma è possibile che devi stare tutto il giorno on line a cercare cazzate? Ma vedi di andare a lavorare, vai!
www.ancoraquisei?.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. annunci google

permalink | inviato da vocidipopolo il 29/6/2007 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


27 giugno 2007

LOREDANA LECCISO: IL NUOVO ALBUM

Dopo il grande successo di Tuka Kulos, il nuovo hit dell'estate della celeberrima Loredana Lecciso, siamo lieti di annunciare l'uscita dell'album "Dammelos" che contiene oltre alla celebre hit nuovi e divertenti brani che allieteranno l'estate nei luoghi più cool. L'album, nel pieno della tradizione dei più grandi artisti è un concept-album ovvero otto tracce tra loro legate che raccontano un percorso esistenziale della vita dell'artista. Lo stile musicale, è un misto di bum-bum con venature di unza-unza e atmosfere rock.pop, new wawe italiana-free-jazz punk inglese e la nera africana.
Ecco la Title Track di Dammelos:

1) Tuka Kulos
2) Mettime manos
3) Entrame
4) El Piston de l'amor
5) Como me gusta el limonero
6) La pompa
7) Dammelos
8) Aridammelos (un poquito por favor)

Tutti i testi sono di Loredana Lecciso e di Giggino El Toreador, famoso artista spagnolo di origine caraibica. Il gruppo musicale, che supporterà Loredana nella tournée vede i più grandi musicisti di pop unza unza e bum bum. 


27 giugno 2007

LOREDANA LECCISO - DAMMELOS: I TESTI/ 2

Tuka Kulos

Tuka
Tuka
Tuka Kulos

Si me gusta
A ti te gusta
e allora tuka
tuka
kulos

Tuka
tuka
Tuka kulos

Si si me gusta
me gusta mucho
se a ti te gusta
famme el bucio

tuka
tuka
tuka kulos

gira
gira
gira kulos

tienes
tienes
tienes el kulos


Mettime Manos

Mettime
Mettime manos
Non te preoccupe, te quero mucho da quel dì

Mettime
Mettime Manos
Que tengo foga, m'arrapo solo por ti

Mettime,
mettime manos
Io tengo tu manos stretta, stretta giù qui

Mettime
Mettime manos
Que ora sento qualcosa, vicino a mi

Quiero sentirte muy tosto
Con la tu manos, nel mi gran corazon
Piensa che dopo el servizio
che jo t'attrezzo
tu vorras riprovar

Entrame

Entrame, te prego entrame
e non uscir todo mas

Trattienite
te gusta el tunnel
puede cambiar anche el channel
non m'offendo mas

si tu me entri
jo soi contenta
si tu me esci
te la facio pagar

Soggiorname
te prego bivaccame
non fare che uscir

entrame
te gusta la festa
esta noche la foresta
es toda por ti

Si tu me entri
jo soi contenta
si tu me esci
non ti faccio rientrar


27 giugno 2007

LOREDANA LECCISO - DAMMELOS: I TESTI/ 1

El piston de l'amor

El piston, el piston
de l'amor, de l'amor
que lavor, que lavor
a tenerlo sempre on

Non se ferma il piston
appartiene a un bel negron
quando jo mi metto pron
ecco che arriva, il bel piston

El piston, el piston
de l'amor, de l'amor
que lavor, que lavor
ma è una bella soddisfazion

Spinge spinge il bel piston
ora è quello di anton
dopo è il turno di gigin
que mi sembra un pistoncin

El piston, el piston
de l'amor, de l'amor
Se chiamate il telefon
vi dò subito attenzion

Como me gusta el limonero

Al limonero de la playa
gl'ho scritto t'amo sulla ghiaia
volevo portarlo in lucernaia
e fagli veder la piccionaia

El limoneroooooooooooo
E lì, e là, è lì che m'aspettava
e li, è là, è lì che m'aspettava
è lì, e là, è lì che m'aspettava
M'aspettava a me.

El limonero esta sempre aqui

Al limonero della playa
io lo aspetto sempre gaia
mi riscaldo la caldaia
ma lui je gusta la giornalaia

El limoneroooooooooooo
E lì, e là, è lì che m'aspettava
e li, è là, è lì che m'aspettava
è lì, e là, è lì che m'aspettava
M'aspettava a me.

El limonero no esta più aqui

Col limonero della playa
me gustarria far la naja
Ma lui m'ha detto non è aria
e s'è mischiato colla portinaia

El limoneroooooooooooo
E lì, e là, è lì che m'aspettava
e li, è là, è lì che m'aspettava
è lì, e là, è lì che m'aspettava
M'aspettava a me.

C'è un nuovo limonero aqui!

La Pompa


Para pompar la pompa
Para pompar la pompa
se necesita una poca de gracia.
Una poca de gracia para mi para ti
y arriba y arriba
arriba arriba por ti se re
por ti se re por ti se re
Yo no soy una pompera,
Yo no soy una pompera,
soy principiant, soy principiant, soy principiant,
Pompa, pompa, pompa, pompa, pompa
Para pompar la pompa
Para pompar la pompa
se necesita una poca de gracia
Una poca de gracia para mi para ti
y arriba y arriba
Para pompar la pompa
Para pompar la pompa
se necesita una poca de gracia
Una poca de gracia para mi para ti
y arriba y arriba
arriba arriba por ti se re
por ti se re por ti se re
Pompa, pompa, pompa, pompa, pompa ecc ecc.

Dammelos

Jo te lo dico
Dammelos
Jo te lo recuerdo
Dammelos
Jo te lo impongo
Dammelos
Jo te lo ordino
Dammelos

Si tu me lo das, que sera que sera
che si passeras
Si tu me lo das, que sera que sera
non si scorderas

Jo te lo ridico
Dammelos
Jo te lo comando
Dammelos
Jo te lo ripetos
Dammelos
Non me lo far dire mas
Dammelos

Si tu me lo das, que sera que sera
che si passeras
Si tu me lo das, que sera que sera
che ti faccio passar
 
Aridammelos (un poquito por favor)

Perdoname
me lo ridas?
un poquito un poquito,
un poquito por favor

Escusame
Me lo ridas?
Un poquito, un poquito
un poquito por favor

Capisceme
Me lo ridas?
Un poquito, un poquito
Un poquito por favor

Ah, bello, e mica ce l'hai solo te!


25 giugno 2007

LA PISCINA BIRICHINA

- Ahò!
- Embè?
- Che stai affà?
- E a te che te frega?
- Ammè? Gnente!
- Eallora?
- Eallora che?
- Macchèvvoi?
- Stavo a pensà!
- E sticazzi nun ce li metti?
- No!
- Ecce li metto io petté allora!
- E ce riesci?
- Affàcché?
- A levarte dar culo i cazzi per metterceli qua!
- .....ma li mort...
- Sta bbono, staassentì, ce sta 'na situazione stasera, te n'teressa?
- Me sa desì! 'Ndo 'nnamo?
- Ce sta 'na festa bona, 'na cosa estiva...che...
- Che?
- Cheeee.....
- Ahò, te s'è rotto er disco...?
- Mass...sta bono, sta, che è passata una....
- Bona?
- Bona...? De più! Aiutame addì sorca!
- SORCA!!!
- Anfatti, ahò, epppropio sorca, quella manco i playsork deve fà, è gggià qualificata!
- Eddà Trombons league allora!
- Ebbravo!
- E allora?
- Allora che?
- Ahò, emmai chiamato te!
- Aggià! Senti 'n'po': stasera ce sta na situazzzione estiva, in un centro benessere...
- E quindi?
- So quei centri 'ndo se fa a'salassoterapia...
- Ma che stai a ddi, a' cazzaro...! A' TALASSOTERAPIA...ma manco le bbasi....
- E bravo ar fregnone! Ma famme capì se vai là e te fai fà du'massaggi, poi quanto je devi dà?
- Ammazza, quelli te spellano!
- Appunto, o' vedi che se chiama salassoterapia?
- Emmesà che c'hai raggione!
- Comunque. Stavo addì: a noi nun ce frega gnente, noi annamo llà a ffà n'artra terapia: a'taralloterapia!
- Bona, quella, quella sicchemmè piace!
- E che nun'cho sò chette piace....! Dovemo annà vestiti da antichi romani, co 'na tunica e senza niente sotto. manco le mutande!
- Bono ahò, ggia me piace! Ecché se fa?
- A' festa se chiama "La piscina birichina". Annamo llà, se n'tortamo n'pò, se famo fà dù massaggi dove servono, cioè alle parti basse, e poi se buttamo tutti ner vascone, a' piscina biricchina
- E che famo ner vascone?
- Ma quanto sei fregnone!Ecchecce famo? Tecchesei fregnone, ce giochi a battaglia navale. Io me pijio du' smandrappate de ancelle zzoccole e je 'nsegno a nuotà cor ciambellone de sarvataggio!
- Evvabbè, o' dicevo pe' ddì, volevo a' conferma che se tromba...
- Se tromba se tromba, pecché, quarche vorta commè nùnnai trombato?
- E mmica 'na vorta sola!
- Emmà...perché... te nun ce sai fà! Sei antico, nùnnai ancora capito come se tromba nei tempi moderni, sei rimasto indietro, nun segui le tendenze...er laiffestail
- Ahò, come se tromba mò se trombava trent'anni fà...! je devi dà dentro eppunto. Nunnè che chissa che....
- O' vedi? Nun ce gnente da fà, sei antico!
- Io nun sò antico, semmai so' all'antica!
- Seee, all'antica...! E come a' metti cor birillo?
- Ancora co' sta storia? Ahò emmò basta!
- Guarda che t'hanno fatto pure le foto, stanno su internette!
- E foto? Che foto ahò?
- Ce sta 'a machina tua che se ferma a parlà coi trans dell'acquacetosa, se vede a' targa, se vede, ma sta bbono stà...pure coli trans, ppure frocio!
- Mannevvero gnente....ma limortacciloro, stavo a chiede n'informazzione stavo...
- Seee ecchi sei er portavoce der presidente der consiijo...?
- Ma t'ho giuro! Stavo a cchiede 'na via!
- Ma nun dì fregnacce....! "ecché via stavi a chiede? 'Ndo stà a via pe' pijarlo 'nculo? Ecche t'hanno detto? Viè dritto dritto a retromarcia che vvai bbene??





permalink | inviato da vocidipopolo il 25/6/2007 alle 17:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 giugno 2007

NOIR

PIOVONO CADAVERI MORTI
Da uno scrittore alla sua opera prima, un nuovo personaggio che ancor prima di essere raccontato è già un grande successo tra gli appassionati di letteratura noir. Ecco il sovrintendente Giorgio Venividivici, in servizio alla Questura di Roma e capo della squadra CVRMCQDSADC, acronimo che sta per Crimini Violenti Risolti Ma Con Qualcosa Di Strano Ancora Da Chiarire, unità specializzata, vista l'abbondanza di personale, nel cercare il pelo nell'uovo di qualsiasi delitto. Venividivici è un personaggio insolito nella letteratura criminale: divorziato ma pentito, omobisessuale ma casto, alcolizzato ma saltuario, tossico ma indipendente, ex prete battista ed ex battezzato scomunicato, ha una sola grande passione, oltre al suo lavoro: cucinare surgelati. Vive in una baracca lungo il fiume Tevere, (nonostante il nonno gli abbia lasciato tre sontuosi palazzi a piazza di Spagna), assieme alla sua assistente-amica-amante-cameriera, da sempre innamorata di lui, Teodolinda Clarissa Ramenghi Ralais di Laglio, antropobiologa cellulare per hobby. I due per una serie assolutamente casuale di casi avvenuti per caso si trovano ad indagare su un caso solo apparentemente chiarito. Una strana pioggia di cadaveri, avvenuta dieci anni prima forse troppo frettolosamente archiviata come "fenomeno raro ma non impossibile di particolare recrudescenza meterologica". In un crescendo impetuoso al tramonto di colpi di scena, Venividivici scoprirà presto che la verità spesso si addensa ai lati in modi imprevedibili, proprio come un uovo sbattuto per fare una frittatina. Una lettura imperdibile per gli appassionati del noir nero scuro dove non si vede niente ma si intuisce tutto quello che poteva essere e non è stato.    

Carlo Lucariello
PIOVONO CADAVERI MORTI
I neri più del nero - Mondadori
40 morti per 345 pagine
20 euro (0.50 a cadavere)


ALL'INTERNO DEL CORPO SOLO FRATTAGLIE
Rick Kaiserslautern, poliziotto cinico e disilluso, rabbioso e introverso, picchioso e linguacciuto, ulceroso e malmostoso, impetuoso e sonnacchioso, carsico e funereo, umido e sparso, ufficiale e gentiluomo, viene cacciato dalla polizia per eccesso di caratterizzazioni che gli vengono tutte revocate subito prima del licenziamento. Buttato di colpo in mezzo ad una strada, senza alcuna particolarità caratteriale che lo possa aiutare a cominciare una nuova professione, accetta il consiglio di uno strano barbone filosofo che poco prima di finire investito da un'auto pirata, gli rivela quello che sarà il suo futuro: l'investigatore privato specializzato in indagini autonome. Così Kaiserslautern comincia ad indagare proprio sulla vita dell'investitore del barbone, un certo Raimondo Tuttoilmondo, insegnante assenteista che nel tempo libero sembra apparentemente non fare un cazzo. Ma l'investigatore, che nel frattempo è riuscito a recuperare una caratterizzazione, la testardaggine, testardamente indaga sull'uomo che non può non nascondere un segreto inconfessabile che l'ex poliziotto, testardamente porterà alla luce, rivelando i contorni di un drammatico evento accaduto alla sua famiglia 650 anni prima.  Una nuova, inedita figura nera in un romanzo dai forti connotati appiccicaticci.

Piergiorgio Faletta
ALL'INTERNO DEL CORPO SOLO FRATTAGLIE  
Einaudi Stile Nero
350 pagg, 23 euro


LA MORTE BUSSA E CHIEDE DI TE
Un capolavoro assoluto, una figura totalmente inedita nel panorama dei noir contemporanei, quella di Laura Buckingham, microbiologa genetista esperta di tecnologie informatiche e cerebrali dell'Università di Urbino. Una email avverte Laura di uno strano incidente stradale occorso a Maria, cognata di Elvira, la sua amatissima cugina di terzo grado che non vede dal 1973. Laura inizia così una corsa ansiosa e spettrale che la porterà ad affrontare terribili pericoli tra logge massoniche che auspicano la rivoluzione nucleare, agenti segreti che appaiono stranamente deviati ma che forse non lo sono, pompieri alle prese con strani incendi apparentemente autoprodotti e cellule sanguigne di incerta provenienza che sembrano non obbedire agli ordini delle proteine geneticamente modificate coltivate da Laura nel suo laboratorio segreto sotto il capanno degli attrezzi della sua casa in campagna. Sulla lunga strada verso la verità Laura incontrerà strani personaggi: un prete ex missionario di un istituto religioso che sembra inghiottire bambini, un elettrauto che non la racconta giusta, un ingegnere specializzato in demolizioni controllate, un grafico editoriale alle prese con una rivista reazionaria di un partito politico fondato da uno strano americano di origine siciliana. Una discesa agli inferi che porterà Laura a capire definitivamente che a volte la mattina è meglio non leggere le email.

Niccolò Ammanisci
LA MORTE BUSSA E CHIEDE DI TE
Dark Edizioni
870 pagine, 40 euro      


19 giugno 2007

GENI EDITORIALI

Il suo libro “In Praise of Slow”, è stato tradotto in ventisei lingue diverse ed ha venduto milioni di copie in tutto il mondo (in Italia è stato pubblicato da Sonzogno con il titolo “… E vinse la tartaruga”). È considerato un vero e proprio vangelo da tutti coloro che hanno scelto di prendersela con più calma e assecondare il ritmo “lento” della vita. Un elogio della lentezza che invita chi legge a seguire un imperativo categorico: rallentare.  
Carl Honoré, giovane e pluripremiato giornalista di origine canadese, ci racconta come riesce a conciliare la sua filosofia di vita e nel contempo abitare in una delle metropoli più frenetiche del pianeta: Londra. La sua relazione con la città è decisamente personale e si basa sul giusto equilibrio tra ritmi accelerati e momenti di quiete. Una quotidianità fatta di itinerari urbani da percorrere lentamente a piedi, mercatini rionali, parchi verdi, piccoli negozi di quartiere e preziose gallerie d’arte.

Per il guru della lentezza, quali sono i luoghi lenti della capitale inglese che maggiormente rispecchiano e si confanno al proprio stile di vita? “Ancora una volta, un mix di lentezza e velocità. Adoro l’arte così passo molto del mio tempo libero in musei e gallerie. Quando posso, torno a visitare la National Gallery e la Portrait Gallery. Insieme al resto della famiglia spesso andiamo alla Dulwich Picture Gallery nella parte sud di Londra, è un piccolo museo ma possiede meravigliosi dipinti di Rembrandt. Mi piace molto andare al cinema, a teatro, a letture e conferenze. E amo mangiare fuori con gli amici. Una delle mie attività preferite è fare acquisti nei mercati rionali, come Borough Market e comprare cose da cucinare a casa. Mi piace anche passeggiare per i parchi, lasciarmi alle spalle il cemento e il caos delle strade e immergermi nel verde e nella quiete.

Hai capito che genio? Eh già perché io invece consiglio di farsi il culo tutto il giorno, di guadagnare quattro soldi, di alzarsi presto la mattina e infilarsi in una cazzo di metropolitana assieme ad un milione di persone, tornare a casa la sera e infilarsi in un letto perché domani si ricomincia un po' più presto di oggi.
 
Caro "Guru della lentezza", è evidente che non c'hai un cazzo da fare e non devi lavorare per vivere, e vabbè, buon per te, son pure contento va'. Però se puoi, evita di prendere violentemente per il culo la gente consigliando di non "farsi travolgere dal ritmo frenetico" di "passeggiare nel verde", di "andare per mostre", di "uscire con gli amici" "girare per mercatini ecc, ecc. Ti assicuro che se non mi dovevo fare il culo tutto il santo giorno, non ci volevi tu a dirmi come è bello andare per mostre e soffermarsi pensosi davanti ad un quadro per percepirne tutta la bellezza e sospirare ogni tanto, godendo della lentezza.

Mavvammoriammm.......esatto...!




permalink | inviato da vocidipopolo il 19/6/2007 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


19 giugno 2007

POI DICE CHE NON C'E' LAVORO

Prestigiosa multinazionale leader nel settore della grande distribuzione di alimentari. tecnologia, elettronica, abbigliamento e accessori, cosmetica, gioielleria, giardinaggio e varie, seleziona per i propri punti vendita sparsi sul territorio nazionale duecentocinquanta

VERI PEZZI DI MERDA

a cui affidare il delicato compito di sorveglianza del personale e verifica dell'esistenza dei requisiti per svolgere il compito di cassieri, capi reparto, magazzinieri, addetti alle vendite e alle pulizie dei centri commerciali italiani. In particolare i prescelti dovranno quotidianamente ideare e porre in atto, trappole, tranelli, trabocchetti, espedienti creativi e fantasiosi, allo scopo di scoprire e segnalare dimenticanze, errori anche lievi, omissioni anche insignificanti, animosità verbali, casi di scortesia verso i clienti anche se giustificata, e altri simili atteggiamenti provenienti dal personale suddetto, incluse lamentele e lagnanze verso il datore di lavoro. Il candidato al delicato ruolo dovrà dimostrare di possedere attitudini e naturali inclinazioni al tradimento, al complotto, al provare piacere nel fottere le persone, traendone gusto e divertimento. Retribuzione commisurata alle effettive capacità di bastardaggine sopra esposte.
Inviare curriculum rispondendo nei commenti. 




permalink | inviato da vocidipopolo il 19/6/2007 alle 16:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 giugno 2007

PER FORTUNA C'E' BERLUSCONI

- Che schifo D'Alema e Fassino con Consorte...
- Si, e Berlusconi allora?
- Invece di telefonare, potevano occuparsi dei problemi del Paese...
- Berlusconi invece non ha bisogno nemmeno di telefonare, lui, eh eh eh...
- Il fatto è che la sinistra si comporta come la destra!
- Per forza, da quella parte c'è Berlusconi
- Certo che "Consorte facci sognare" se lo poteva risparmiare...
- Sapessi Berlusconi quante cose poteva risparmiarci...
- E La Torre che dice a Ricucci "compagno"?
- E allora Dell'Utri con Berlusconi, dove li mettiamo?
- Che c'entra adesso Dell'Utri? Sto parlando di Ricucci!
- Ricucci? Ce lo siamo preso noi, prima che se lo prendesse Berlusconi.
- Certo che se il Partito Democratico è questo...
- Sempre meglio di Forza Italia di Berlusconi
- A volte non vedo la differenza.
- Lo vedi? E' un effetto di dieci anni di Berlusconi!
- E poi...cosa sono queste proteste con un linguaggio uguale identico alla destra?
- Noi siamo puliti, pulitissimi, in confronto a Berlusconi.
- E' una brutta pagina per la sinistra.
- E' una pagina inevitabile della sinistra se dall'altra parte c'è Berlusconi
- Forse è meglio ritornare a votare.
- Bravo, così torna Berlusconi!
- Allora cambiamo governo.
- Bravissimo, così sai le risate di Berlusconi...
- Insomma, erano tutti d'accordo per papparsi la Bnl
- Sono solo arrivati prima di Berlusconi.
- Ma che ci voleva ad essere un po' più trasparenti?
- Impossibile, Berlusconi ne avrebbe approfittato.
- Potevano dirlo che appoggiavano la scalata alla Bnl
- E bravo il genio, così davamo una bellissima occasione a Berlusconi
- Oggi mi sento un po' male...
- Per forza, con Berlusconi, ché vuoi sentirti, bene?
- Senti, ma non è che te e gli altri siete un tantino ossessionati da Berlusconi?
- Assolutamente no, come ti viene in mente?
- No? Stai a trapanare le palle te e Berlusconi da un'ora! Perché non provi a fare un ragionamento sereno, senza citare Berlusconi ogni secondo?
- Bravo, così mentre io ragiono Berlusconi ne approfitta!
- Sai che c'è? ma vaffanculo, va'!
- Non posso. Lì c'è Berlusconi!




permalink | inviato da vocidipopolo il 13/6/2007 alle 11:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


12 giugno 2007

FAMOUS LAST WORDS

"Mi raccomando, attento alle comunicazioni"
Massimo D'Alema avvisa Gianni Consorte sul rischio intercettazioni. 




permalink | inviato da vocidipopolo il 12/6/2007 alle 18:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio   <<  1 | 2  >>   luglio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Dillo in sintesi
Il popolo deve sapere
Ultim'ora
Guest Star
Recensioni
Songs for the masses
Dieci motivi
Bassa Società

VAI A VEDERE

Artefatti
Bengodi City
Ben Foggia Nius
Chiare Lettere
Daniele luttazzi
Difesa dell'informazione
Fratelli d'Italia
Ghostwritersondemand
Giornalettismo
Il Barbiere della Sera
Il Blog di Gago
Il (magico) mondo di Galatea
Le Rane nel blog
Luca Bottura
Malvino
MInimo Karma
Personalità confusa
Raccapriccio della stampa
Roberto Corradi
Sabelli Fioretti
Selvaggia Lucarelli
Spinoza
Pulsatilla
Travaglio, Gomez, Corrias al loro meglio
Rossa naturale
Vinicio Capossela


Voci di popolo



Il problema non è se siano vere o false. 
Il problema è che siano verosimili.

Contatti:
zannieroCHIOCCIOLAkatamailPUNTOcom

DELIRI PIU' O MENO ORGANIZZATI
Berlusconi in concerto
La legge del Cav/ 2
La legge del Cav


SPOT, SONDAGGI E CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE
Summer card Saccà
Schifangel
Giustizia: la campagna del governo
Sondaggio: La grazia ad Annamaria Franzoni
Test: quanto sei "piddino"?
Volevo lavorare a Libero


LE VOCI DI POPOLO:
I Love my roman radio
Lettera a Schifani
Benvenuto a Roma, caro Bush
Rifiuti tossici ma convenienti
Ronde notturne
All'armi siam leghisti
Un'altra sinistra (anche riformista) è possibile
Incubo Calderoli
Privacy
Come si scrive un pezzo cazzuto di cronaca
Discorsi da spiaggia
Taci, il maresciallo ti ascolta
Afghanistan
Tema di attualità
Quel politico in barca coi trans
Sogni
Geni televisivi
Casa Democratica
Casa Democratica/2
Voglio gli agenti della Cia sotto processo
Chi viene alla manifestazione di Vicenza?
Tutto il massacralcio minuto per minuto
Bastismi
Cocaina
Se(r)vizio pubblico
Erba
Napoli
Ecco il nuovo Windows Vista
Un travestito in Finanziaria
Rula, tocca a te!
Una profezia (l'insostenibile instabilità della sinistra).
Idee chiare sul Partito Democratico
Importante scoperta scientifica
L'appiccico delle lavandare
Telefonia moderna
Telefonia moderna/ 2
Dio c'è
Ratzinger chiede modifiche
Jerry
Sesso con Sottile
La morte di Al Zarqawi
Schiena dritta
Prossimamente al cinema
L'aereo di Ustica va al museo
In difesa del calcio/ 1
In difesa del calcio/ 2
In difesa del calcio/3
Italian secret service
Italian secret service/ 2
Materazzi e Zidane/ 1
Materazzi e Zidane/ 2
Pranzo al G8
La Grande coalizione
Il Nuovo Oriente
La conferenza sul Libano
Indignazioni popolari
La tragedia del lifting
Eleonora Figacchione ci fa causa
Eleonora Figacchione: intervista riparatrice
Appuntamenti
Autocode per l'Italia

INTERVISTE
Il Prof Negromonte e il calcio italiano
Francesco Rutelli
Gianni Alemanno

GUEST STAR
Scrivono orgogliosamente per noi
Antonio Polito
Ferdinando Adornato
Claudio Petruccioli
Piero Sansonetti
Vittorio Feltri
Carlo Lucarelli
Giorgio Bocca
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Mario Adinolfi
Maurizio Costanzo
Maria Laura Rodotà
Paolo Mereghetti

RECENSIONI
Patologie genetiche e croniche
Libri
Libri/ 2
Libri/ 3
Libri/ 4: Noir
Libri/ 5 Management
Libri/ 6 Thriller storici
Libri/ 7 Saggistica di attualità
Correnti di pensiero politico
Sistemi elettorali
Viaggi di tendenza
Dischi
Dischi/2 Antologie
Motociciclette
Vini
Moda
Ristoranti
Stasera in tv/ 1
Stasera in tv/ 2
Stasera in tv/ 3

CANZONI INTONATE
La società della Mediaset
Il Riformista
Ritornerai
Sanremo 2008: i testi/ 4
Sanremo 2008: i testi/ 3
Sanremo 2008: i testi/ 2
Sanremo 2008: i testi
Loredana Lecciso: Dammelos
Dammelos. I testi/1
Dammelos. I testi/ 2
Sanremo: i testi/3
Sanremo i testi/ 2
Sanremo i testi/ 1

SEX IN THE CITY
Gang bang
La caccia
Master and servant
La piscina birichina
L'orgia elettorale

ANNUNCI GOOGLE
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque


CERCA