.
Annunci online

vocidipopolo
Un blog di nicchia


Diario


1 aprile 2009

LE IDEE SCACCIA-CRISI DEL CORRIERE (E LE NOSTRE)



Il Corriere della sera Magazine di domani esce con una copertina, udite udite che strilla: 45 idee per convivere con la crisi e magari, perché no, alzare due lire. Chiunque voglia farsi due risate, il link è qui. Il problema è che il Corriere ha chiesto le idee a chi la crisi non sa nemmeno che significa, vale a dire i pregiati giornalisti, opinionisti e critici letterari e cinematografici dello stesso Corriere i cui pregiati contratti collettivi da giornalista permettono, come dire, di guardare la crisi e la gente che si arrabbatta né più né meno con la stessa partecipazione emotiva di quando vedi Daniel Craig in James Bond che precipita da un grattacielo al cinema. Per cui ne son venute fuori un po' di idee del ciufolo: farsi una pala eolica sul tetto, comprare nei negozi a "un euro - idea strabiliante -, mettere, pensate un po', il curriculum su social network come Linkedin e Xin - come se un paese come il nostro selezionasse personale in base al curriculum - andare dal parrucchiere cinese, oppure travestire cose che sono sempre successe - ad esempio condividere un appartamento - spacciato come se fosse una cosa nuova grazie al pronto uso della solita sigla inglese di moda, in questo caso il co-housing, che però sta sempre a significare una stanza in affitto a 600 euro. Fino alla strabiliante pensata di chiedere a gente come Antonio d'Orrico e Mario Luzzato Fegiz di suggerire i tre libri o i tre dischi anti-crisi (come nascono queste stronzate? Devi arrivare a 45 e a 30 già boccheggi, per cui in riunione c'è sempre qualcuno che dice: i dischi anti crisi!, i libri anti crisi!, i film anti crisi!). Questo dovrebbe far capire quale è la percezione della crisi oggi da parte di un giornale come il Corriere della sera Magazine.
Comunque, dato che noi non stiamo qui a pettinare le bambole ma anzi, abbiamo una così netta percezione della crisi che stasera ad esempio non sappiamo come fare la spesa, ecco le nostre idee anticrisi, in quindici svelti e concreti punti.


1. La spesa costa troppo
Siete passati dal centro commerciale al supermarket, fino al discount ma alla cassa lo scontrino è comunque pesante? E' normale, state continuando con le vecchie abitudini pre-crisi, cioè mangiare due volte al giorno, se non tre. Cominciate a dimezzare, mangiando una sola volta al giorno e poi provate a mangiare una volta ogni due giorni. Il risparmio sarà enorme.

2. Cosa bevete?
Alcool, vino, birra, coca cola, succo di frutta, acqua minerale. Tutta roba che costa, ma anche l'acqua del rubinetto di casa vostra costa. Provate a staccare l'acqua da casa e riempite le bottiglie alle fontanelle per bere e lavarvi (senza sapone, che costa). Risparmio gigantesco.

3. Trasporti
Andate al lavoro con la macchina? Siete degli spendaccioni, poi non vi lamentate. Ma anche i mezzi pubblici non sono convenienti, con quello che costano (a Roma il biglietto è passato a 1,20 euro). Qualsiasi cosa dobbiate fare, andare al lavoro, a casa, a cena fuori (si fa per dire, ma che scherziamo? al limite vedi il punto 13), al pronto soccorso per un'urgenza, andateci sempre e soltanto a piedi. E' lontanissimo? Meglio, ne guadagnerete in salute e forma fisica. E poi alzarsi alle 4 per fare venti chilometri a piedi ed essere in ufficio alle 8 è divertente oltre che salutare.

4. Vestiario.
I vestiti dell'anno scorso vanno benissimo anche quest'anno. E se anche l'anno scorso non li avete comprati, usate quelli dell'anno precedente e così via a ritroso fino ai vestiti che avete acquisito a costo zero, cioè quelli regalati dai vostri genitori quando andavate a scuola. Tanto se avete seguito i consigli precedenti, vi stanno a pennello. Sono consunti? Dite che sono vintage e siete a posto, vi guarderanno con ammirazione e rispetto. Le scarpe sono bucate? Usate il pratico scotch da pacchi e avvolgetele. Lancerete una nuova moda e farete un figurone.

5. Pausa pranzo.
Lo sappiamo, che credete, non saremmo mica giornalisti seri se non sapessimo che avete già da tempo rinunciato al ristorante, alla tavola calda, al panino al bar e adesso vi portate il panino da casa. Ma anche il panino ha un costo (siamo sull'1-30, 2 euro per un panino con il prosciutto cotto o la mortazza). Nella pausa pranzo del 2009, si beve della ottima acqua nei bagni dell'ufficio, bevetene a volontà e vi sentirete pieni.

6. Via tutto il superfluo.
Siete sicuri che avete bisogno della luce e dell'energia a casa vostra? E del gas per cucinare (cosa, poi?)?. Ma nei secoli scorsi la gente non aveva tutte queste comodità eppure è vissuta lo stesso con soddisfazione. Provate anche voi a farne a meno. Cenate con verdure fredde e crude (così non avrete bisogno del gas) a lume di candela e poi tutti a nanna. Anche perché vi dovete alzare alle 4! Il riscaldamento? Ma davvero credete che le coperte servano solo per dormire? 

7. Occhio all'alimentazione.
Abbiamo già detto; verdure fredde e crude sono ok, ma meglio se non comprate, ma raccolte direttamente nei campi (durante le vostre passeggiate da e per l'ufficio, ad esempio). E poi, siate meno schizzinosi e cominciate a fare di necessità virtù: la carne, ad esempio, cominciate ad utilizzare quella di cani e gatti randagi che pullulano dappertutto, non credete a chi vi dice che fa schifo ed è immorale. E' buonissima, soprattutto se freschissima, di bestia appena catturata, uccisa e scuoiata, e arrostita allo spiedo nel cortile condominiale, assieme agli altri condomini. Cena abbondante e sociale, cosa volete di più?

8. telefono, internet adsl ecc ecc
Diciamo la verità: questi sono attrezzi del diavolo, vi fanno spendere solo soldi senza alcun vantaggio. La prova? State a leggere queste cazzate magari con una connessione a pagamento. Buttate via tutto. Senza telefono si vive meglio: e se proprio si deve comunicare si possono usare i comodi e pratici piccioni viaggiatori (e quando invecchiano e non ce la fanno più a volare, li usiamo per un ottimo brodo di piccione), mentre internet la possiamo tranquillamente buttare: contiene solo un mare di cazzate.

9. Viaggiare.
Primo: che cazzo viaggiate a fare? Una delle cause del riscaldamento globale è questo continuo spostarsi spesso alla cazzo tra un luogo e l'altro. Vi ricordate vostra nonna quando diceva: "Statevi alle case vostre?". Aveva ragione da vendere. Secondo: se proprio volete ficcare il naso altrove, fate funzionare il cervello e aguzzate l'ingegno: ad esempio, salite sui camion in corsa, infilatevi di notte nei vagoni merci dei treni (nelle stive degli aerei è sconsigliato, potreste spendere una cifra per farvi scongelare e l'effetto risparmio sarebbe annullato), entrate nelle auto parcheggiate all'autogrill di chi ancora si ostina a usare l'automobile per viaggiare e sistematevi o nel babagliaio (ce ne sono di comodissimi) o vi stendete sotto i sedili posteriori. Tanto l'autostrada va o a nord o a sud, non potete sbagliare.

10. Divertirsi.
Cinema, teatro, discoteche, libri, musei, mostre ed eventi sono diventati troppo cari. fatene tranquillamente a meno e scrivete delle scenette comiche da far recitare ai vostri condomini. Una volta a turno, andate in scena tutti e ci sarà da ridere!

11. Banche.
Siamo in crisi per colpa loro, non ve lo dimenticate. Lo stipendio, se ancora ce l'avete, riscuotetelo in contanti e dato che avete abbattuto le spese al 100% non avete alcun bisogno di spendere. Mettete le banconote non sotto il materasso, ma dentro il materasso al posto della lana. Dormirete pure meglio. In attesa di ritornare a spendere.

12. I figli.
Qualcuno dirà: si si, dici bene tu, ma come facciamo con i figli piccoli? Quelli devono mangiare, bere, vestirsi, divertirsi e dormire al caldo. E' vero, per loro bisogna spendere, però dove sta scritto che non devono contribuire all'economia domestica? Dai 10 anni in su possono lavorare a nero nei cantieri dopo la scuola, mentre i più piccoli possono sempre svolgere dei lavoretti e alzare qualche soldo come lavare le macchine dei ricchi (oltretutto si divertono), rubacchiare qua e là nei supermercati e al mercato, trasportare droga e refurtiva senza essere notati.

13. Cena fuori.
Siete degli inguaribili abitudinari spendaccioni e non volete rinunciare al ristorante? E sia. Ma almeno fatevi furbi: andate a cena in quattro e ordinate alternati: un primo, un secondo, un contorno e un dolce e poi spiluccate da tutti i piatti. Pagate per uno e mangiate in quattro. E abbondate col pane. Infine, pagate il conto e poi ordinate caffè e limoncello, uscendo senza pagarli e se quello ha qualcosa da dire, rifiutatevi di pagarli dicendo che il ristoratore è un cafone: farvi pagare un misero caffè e limoncello dopo che avete pagato il conto, tse!

14. Al Bar
Occhio quando entrate al bar, può essere un'occasione per svoltare una colazione o almeno uno spuntino. Anzitutto una dritta per risparmiare a colazione: il cappuccino non esiste più, al suo posto c'è il "caffè lungo macchiato in tazza grande", risparmio di almeno cinquanta centesimi a botta. E quando ve lo portano, fate pure la faccia del cazzo e dite: "mi metti un po' di cacao per favore, come se fosse un cappuccino!". Per il pranzo o per cena, cercate un bar alla moda nel vostro quartiere, di quelli che servono gli aperitivi fighetti e mettono patatine, noccioline e rustici sul buffet. Entrate e chiedete un bicchiere d'acqua. Poi vi fate mettere un po' di limone e col bicchiere in mano saccheggiate il buffet. Fatelo presto, prima che qualcuno possa dire qualcosa e poi uscite di corsa.

15. Il lavoro
A questo punto, se seguirete tutti questi consigli alla lettera, mi spiegate che cazzo lavorate a fare? Licenziatevi, prima che lo facciano loro, e mettetevi in ferie. Per tutta la vita.   


16 ottobre 2008

CRISI FINANZIARIA. CHIEDI ALL'ESPERTO/ 3



Spinti dall'enorme entusiasmo suscitato nei commenti dei precedenti post, continuiamo ad offrire utilissimi e pregnantissimi consigli su come muoversi in Borsa, grazie al nostro navigato esperto finanziario. fate come vi dice e non ci saranno problemi.

Puntare subito sui Fondi azionari o con un piano di accumulo?
Qua l'unica cosa che puoi accumulare sono i debiti.

Ho obbligazioni Goldman Sachs, che succederà?
Ieri l'ho visto imbarcarsi su un cargo battente bandiera liberiana

Che fine faranno le obbligazioni General Motors?

L'ultima notizia è che le volevano esporre al Festival della Svalutazione Economica

Meglio i Bot o i Buoni postali?
Dipende. Se compri Bot erano meglio i Buoni. Ma se compri i Buoni, erano meglio i Bot

Conviene ora fare un mutuo e comprar casa?
Alle banche si. i costi per il pignoramento stanno scendendo, data l'offerta

Conviene estinguere il mutuo a tasso variabile?

Certo che conviene, ma lui non si fa estiguere facilmente, anzi, appena capisce che stai facendo il tipo strano, si incazza di brutto

Estinguere il mutuo o tenere i soldi in banca?

Soldi in banca? Vuoi scherzare? Da quand'è che non fai un estratto conto?

Cosa si sa delle obbligazioni Bnp Paribas?   
Vorrei saperlo pure io. E' da una settimana che li chiamo ma non risponde nessuno.

E le obbligazioni Credit Suisse?   
Adesso si chiama Debit Suisse. E sei tu che gli devi dei soldi. Dalla prossima settimana avrai visite.

Ci sono pericoli per le obbligazioni Banca Intesa?   
Ma non la guardi la pubblicità: Monnezza, profumo d'intesa?

Qual è la situazione di GMAC e Ford?   
Si odiano.

Ci sono pericoli per le obbligazioni Telecom?   
Non dovrebbero scendere più del costo di un sms a tariffa speciale in fascia notturna e festiva.

Quali rischi per le obbligazioni Morgan Stanley?   

Quelli di una vita avventurosa sempre sul filo del rasoio

Ho obbligazioni Dexia, cosa rischio?   
Un gran esaurimento nervoso

Che fare delle azioni Atlantia?

Le incolli tutte e ci rivesti il divano

Oro e diamanti invece dei liquidi?
Ottima idea, Silvio!

Cosa fare con l'eredità?
Prendila e scappa ai Caraibi, Piersilvio!


7 ottobre 2008

CHIEDI ALL'ESPERTO/ 2



Aiutiamo i risparmiatori italiani a fare la scelta giusta. Ecco altre risposte illuminanti per uscire dalla crisi.

Meglio il Fondo monetario o il conto corrente?
Ancora non l'hai capito? SCAPPA!

In banca ho tutti i miei soldi
E adesso te ne accorgi?

Buongiorno spa, quali prospettive?
Sarebbero ottime se Mike Bongiorno non avesse più di ottant'anni

Ci sono pericoli per le obbligazioni Telecom?
Solo per chi ce le ha

Che fare con la gestione patrimoniale?
Intesta tutto ad un prestanome.

Devo fare un mutuo, che succedera?
Niente. Tanto non te lo danno.

Per i Fondi dei paesi emergenti che rischi ci sono?
Che emergono solo per fotterti i soldi e poi si inabissano daccapo

Ho dei Bot in banca, corro rischi?
Controlla se c'è ancora la banca

Investire in una casa nuova?
Si, quella di mio cognato: 331-75068432

Che succede ai Bot "prestati"?
Che non te li ridanno, pirla!

Quali rischi per le obbligazioni Morgan Stanley?
Morgan Stanley dici, eh? Amico, credimi, mi dispiace tantissimo.

Mi sposto da Unicredit al Banco Posta?
Tanto ti scoprono lo stesso.

Pronti contro termine? C'è di meglio
Ad esempio, "vedere soldi, toccare cammello"

L'alternativa del "Turbo-Bot"

Il CCT sedici valvole iniezione diretta. Occhio però che è facile che surriscalda e fonde.

Metto tutto in titoli pubblici?
Solo se vuoi prolungare l'agonia.

Ho obbligazioni Goldman, la banca è responsabile?
Solo se non cambiano nome.

Il Fondo salva-depositi vale anche per Conto Arancio
Occhio che adesso si chiama Conto Cetriolo, puoi immaginare perché.

Se la banca fallisce che succede al dossier titoli?
Che gli fai ciao ciao con la manina.

E se ho 200 euro sul conto corrente?
Nessun rischio. Sei già un pezzente.

Con i Fondi di liquidità che cosa rischio?
Una doccia di cazzi acidi

Ho certificati Bnp Paribas, è solida la banca?
Fino a ieri ancora rispondevano al telefono.

Se il "garante" fallisce
Puoi anche levare il "se".

Unicredit è da acquistare?
Unicredit? I titoli d'epoca hanno solo un valore affettivo.


30 settembre 2008

CHIEDI ALL'ESPERTO



In tempo di crisi economica tutti i risparmiatori si interrogano: che fine faranno i miei soldi? Come investirli? Niente paura, al pari de la Repubblica che ha aperto un suo spazio di consulenza con un esperto, anche il vostro blog preferito, ha un suo consulente che può rispondere esaurientemente alle vostre domande. Chiedete, chiedete, che nulla vi sarà taciuto.

Cosa rischio con le obbligazioni Merril Lynch?
Non è più un rischio. Fallisce domani.

Crolla Unicredit, mi devo preoccupare per il mio conto?
Quale conto?

Perché la Borsa italiana va peggio della media?
Perché siamo in Italia.

Ma è giusto il salvataggio delle banche Usa?
Chiedilo a chi ci ha messo i soldi.

Dove mettere i soldi se succede un '29?
Da me.

Fondiaria-Sai e l'opa su Immobiliare Lombarda
Sulla prima metterei 1 fisso, la seconda 1x

Che fare con la liquidazione?
Vai su www.escortforum.it

Le potenzialità del Brasile
Sono molte. Un bel mare, alte montagne, la foresta amazzonica, e poi belle fighe una marea.

Eni, un titolo da cassettista
Se guardi, nel cassetto mi sa che non c'è niente.

Mercati, come affrontare la bufera?
E' inutile. Come diceva quel bel film? Quando sei nato non puoi più nasconderti

Perché i titoli bancari vanno così male?
Perché hanno clienti pidocchiosi come te.

Scenderà il tasso Euribor?
Potrebbe scendere. Ma anche salire. E pure restare com'è. Chi può dirlo?

Ma davvero le banche italiane sono più sane?
Si, come no? Certamente....ah ah ah ah...!

I dividendi sono ricchi. Ma scenderanno?
Speriamo di no, Silvio.


30 gennaio 2008

PRIVACY

- Pronto?
- lalalalalalala.....
- Pronto????
- ...ah si, buonasera, parlo con il signor Filipponi Filippo?
- Si, sono io...
- Buongiorno signor Filipponi, sono Samantah della DreamFinPrest, ho un'offerta sensazionale per lei!
- Come ha avuto il numero del mio cellulare?
- Il suo numero? E' su internet! Però adesso si concentri, sto per farle un'offerta sensazionale, che non potrà rifiutare, è proprio quello che le serviva...stia a sentire!
- No guardi lei, ora non posso e poi sono le nove e mezza di sera, non potete chiamare a quest'ora scusi...!
- Non c'è problema, se vuole la chiamo domani sera a mezzanotte al numero di casa, lo preferisce?
- No no no, va bene mi dica...
- Signor filipponi, lei è uno dei nostri migliori nominativi che abbiamo nel database, che ne dice se domani mattina le piazziamo sul conto corrente 2500 euro, eh? Non è un'offerta fantastica?
- No guardi, non ho bisogno di 2500 euro, lasci perdere.
- Ma come non ha bisogno, ma scusi, a noi risulta che lei guadagna un po' pochino, mi scusi eh?, però secondo i nostri calcoli a lei 2500 euro le servono eccome!
- E voi che ne sapete quanto guadagno io?
- Signor Filipponi, lasci perdere queste quisquilie e si concentri per favore: noi le diamo 2500 euro e lei per il primo anno, ascolti bene, non PAGA GLI INTERESSI!!! Zero, niente, nothing, dico ma si rende conto?
- Già e poi per il secondo anno che succede?
- Cosa succede? Niente. Che deve succedere?
- Eh già, mi dica invece, per favore, il tasso di interesse del secondo anno, nonono, me lo dica, forza!
- Vabbè scusi, ma lei è un pignolo, non si concentra sulla questione, si fissa su un particolare e mi perde di vista l'offerta globale!
- Senta, non mi interessa, va bene?!
- Lei sta perdendo una grande occasione...
- Va bene, ne ho perse tante nella vita, perderò anche questa! la saluto.
- Aspetti, ho un'altra offer...
- Clic. Vaffanculo!
- Drin!
- Oh Dio santo. Pronto?
- Pronto, buongiorno, lei è il signor Filipponi Filippo?
- ....si...
- Buonasera, scusi l'ora, ma non la troviamo mai e dunque...
- e dunque? Chi è? Cosa vuole?
- Sono Stefania, della SuperSantosMegaFin, abbiamo un'offerta sensazionale per lei...
- ....come ha fatto ad avere il mio numero di cellulare....?
- Ce l'ha dato lei!
- Ve l'ho dato io??
- Massì, si ricorda quando ha fatto quel prestito per la sua autovettura? Quelle 28 firme da mettere? Su una delle 28 firme c'era scritto che autorizzava la circolazione del dati presso tutte le finanziarie dell'Europa centrale!
- Cazzo....
- Eh già!
- Vabbè dica...
- Domani mattina noi le mandiamo tramite corriere la nostra carta di credito SuperSantosCard, con un fido di 5mila testoni, tutti belli disponibili per lei, eh, cosa ne dice?
- Cosa ne dico? Che non mi servono! Non mi interessa...
- Non le interessa? Scusi se insisto ma le dovrebbe interessare eccome!
- Ah si, è perché?
- Guardi basta considerare il prestito che ha fatto per la sua autovettura. Lei due anni fa s'è fatto prestare 2mila euro per comprare una Y10 usata con rate da 15 euro al mese per 5 anni. Dico, uno che si compra uno scassone e si fa pure prestare i soldi, e li rimborsa con 15 euro al mese, è chiaro che...come dire...sta un po' inguaiato, no?
- Ma lei come si permette, ma cosa ne sa lei di come sto messo io?
- Ma guardi, non si alteri, non c'è mica niente da vergognarsi se sta alla canna del gas, ce ne sono tanti come lei sa? Anche se fanno finta di no...
- Senta, la sua carta di credito non mi interessa, va bene?
- Non faccia così, ci pensi, come farà con le vacanze quest'anno?
- Come farò con le vacanze? Andrò in vacanza, qual è il problema?
- Ah si? E con quali soldi?
- Ma lei chi cazzo è, mia madre?
- Lo vede che ha problemi di soldi? Lei ha problemi di soldi e ne parla con sua madre, che evidentemente la rifocilla spesso e volentieri....
- ma che cazzo dice, ma come si permette?
- Altrimenti non le sarebbe venuto da dire di sua madre, andiamo su...
- Senta come si chiama lei, vada a fare in culo! Clic. Stronza, puttana, bastarda...
- Drin Drin
- Eh, no cazzo! Ora non rispondo! si, si suona suona, sai che me ne fotte....
- drin drin
- Taci, bastardo!
- Drin drin
- Oh, no....! Pronto?
- Pronto! Finalmente, perché non rispondeva, scusi?
- Ma chi è?
- Sono Arturo, della SoldInPrestSubSub, signor Filipponi?
- Eh...no, non sono il signor Filipponi...ecco, lui non c'è!
- E lei chi è? Perché risponde al cellulare del signor Filipponi?
- Eh?...cosa...io...sono il fratello...!
- Il signor Filipponi non ha fratelli! Signor Filipponi, andiamo, non faccia così, proprio a me che sto per farle un'offerta incredibile, lo sa che lei è uno dei nostri migliori clienti?
- NON SONO IL SIGNOR FILIPPONI, VA BENE?????
- Signor Filipponi, la smetta, lo sappiamo che è lei, su, non faccia il bambino!
- E come cazzo lo sapete che sono io?
- Abbiamo la sua impronta vocale. E proprio adesso il computer mi conferma che è lei al 350%.
- La mia impronta...cosa?
- Ma certo! Si ricorda quando fece quel prestito per curarsi quella fastidiosa laringite in clinica e le fecero fare quella prova di voce in quel tubo? "SONO IL SIGNOR FILIPPONI...!" Era un registratore per impronte vocali. E quella firmetta subito dopo? Era il permesso per metterla a disposizione di chiunque su internet. Noi l'abbiamo trovata lì!
- Ma porca....
- Ma stia tranquillo, lasci perdere queste cazzate e stia a sentire! C'ho qua sul tavolo 10mila bei euro che aspettano solo di entrare nelle sue tasche, che dice, le facciamo entrare? Eh? E andiamo su, non lasciamo tutte queste banconote qua da sole alla mercé di chiunque...è un peccato di Dio....
- Ma non mi servono...!
- Non le servono? Ma che dice? Ma ha visto il suo conto corrente, scusi?
- Il mio conto...cosa??? Che ne sa lei del mio conto corrente????
- Che ne so? Ce l'ho qua davanti! Lei sta sotto di millecinque!
- Millecinque? Come millecinque? Dovevano essere 800, massimo 900, come sarebbe mille...? E POI LEI COME CAZZO FA AD AVERE IL MIO CONTO CORRENTE, PORCA DI QUELLA PUTTANA....
- Ehi, stia buonino Filipponi, non è mica colpa mia se lei dà le autorizzazioni sui suoi dati a tutti, e poi qualcuno le utilizza...
- MA DI QUALE AUTORIZZAZIONE VA CIANCIANDO? IO NON HO MAI AUTORIZZATO NESSUNO....
- Ah no? E quella volta che ha chiesto un prestito alla sua banca?
- il prestito alla banca...? Ma è roba vecchissima, l'ho pagato tutto!
- E certo, però tra le altre cose firmò un'autorizzazione a rendere visibile il suo conto corrente a chiunque avesse più di 18 anni, e percio...
- Cosa....????
- Filipponi lei è una testa di cazzo! Lei firma qualsiasi cosa, e poi si lamenta! Lasci che le dica questo: lei sta sotto di millecinque, abbia pazienza, sta facendo una figura di merda, lo sa che in banca tutti ridono di lei? Un conto è stare sotto di tre-quattrocentomila euro, le banche sì che si cagano sotto, un conto è stare sotto di millecinque! é roba da stronzi falliti e infatti lei è lo zimbello della banca. Ma niente paura, io adesso le sto dando l'occasione di mettergli un bel dito nel culo a quegli stronzi! Domani le arrivano sul conto dieci bei testoni e così quelli diranno: "però, hai visto il Filipponi, lo davamo per deficiente e invece...".
- Lasci perdere, non mi interessa!
- Lei mi sta deludendo, Filipponi...! Pensavo fosse una persona intelligente!
- La saluto! Non abbiamo più niente da dirci! CLIC. Bastardo!
- Drin drin
- No, voglio morire....
- Drin dr
- Pronto, chi cazzo è?
- Ciao Filippo!
- Chi è?
- Sono Gianfranco, della Strozzifin. come te la passi, vecchio babbione?
- Babbione a chi? Ma chi cazzo ti conosce?
- Brutta giornata oggi, eh?
- Ma che cazzo vuoi, ma chi cazzo ti...
- Aho, e stai calmo! Così si tratta un benefattore?
- Che vuoi? Come hai il mio numero di cellulare?
- Lascia stare il cellulare e apri le orecchie! C'ho qua una carta di credito di 20mila testoni, dieci te li dò subito e altri dieci quando vuoi tu, e cominci a rimborsare tra due anni! Dico: due anni! Ma chi te la fa una proposta così? Eh? Solo il Gianfranco tuo te la fa, ecco qua!
- Non li voglio, non mi servono!
- AHAHAHAHAh, scusa ma sei forte! Stai inguaiato come un lavavetri sul world trade center l'11 settembre e dici che non ti servono!
- Guarda so tutto! Hai guardato nel mio conto corrente, sai quanto guadagno, da quanto tempo non mi pagano e tutto. Beh, ascolta una cosa: ci sono delle cose che NON SAI, va bene? CI SONO COSE CHE NESSUNO DI VOI SA! Io ho altre entrate, che tengo ben nascoste e quindi non ho bisogno di soldi, va bene?
- Filippo, filippo...perché fai così con un amico...ti prego...
- Ti prego un cazzo, guarda, ti prego io, ti prego di andare a fare in culo, va bene?
- Sei stupido, Filippo. Quanto tempo vuoi andare avanti facendoti dare i soldi da tua madre? Tua madre, Filippo, una povera vedova che vive di pensione in una casa in affitto, col riscaldamento rotto, che si deve mettere tre maglie per sopravvivere all'inverno...
-.........
- Eh, non parli più eh? Fai bene, che cazzo parli a fare....! Lascia fare tutto a me. Domani, con quella carta di credito, finalmente puoi andare da tua madre e dirle: "mamma, non puoi vivere così. Ecco i soldi per la caldaia, ecco i soldi per l'affitto, ecco i soldi per l'abbonamento a Sky". Cazzo Filippo, è tua madre...come puoi toglierle i soldi della pensione? Come cazzo puoi??
- ....co...come fai...a sapere tutto....questo?
- Sei un coglione, Filippo! Tu firmi le carte senza leggere che cazzo c'è scritto! Uno più coglione di te non l'ho mai visto e guarda che col mestiere che faccio di coglioni ne trovo parecchi, fidati!
- ...io...è...solo un.....momento...passeggero....io....restituirò tutto....a mia.....madre...!
- Ma certo Filippo, fai un lavoro del cazzo,la gente non ti paga, ma tu un giorno ce la farai, vedrai...adesso però pigliati 'sti soldi e comincia la risalita... su forza!
- NO! NON LI VOGLIO! NON LI VOGLIO!!! CAZZO, CE LA FARO', CE LA FARO' DA SOLO, SENZA I TUOI FOTTUTI SOLDI A STROZZO!
- Filippo, non fare cazzate! Hai pure un figlio in arrivo!
- Un figlio...cosa? Ma che cazzo dici? Non ho nessun figlio in arrivo!
- Ah, no? Chiedilo a quella zoccola della tua fidanzata dov'è che va il venerdì sera!

sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Dillo in sintesi
Il popolo deve sapere
Ultim'ora
Guest Star
Recensioni
Songs for the masses
Dieci motivi
Bassa Società

VAI A VEDERE

Artefatti
Bengodi City
Ben Foggia Nius
Chiare Lettere
Daniele luttazzi
Difesa dell'informazione
Fratelli d'Italia
Ghostwritersondemand
Giornalettismo
Il Barbiere della Sera
Il Blog di Gago
Il (magico) mondo di Galatea
Le Rane nel blog
Luca Bottura
Malvino
MInimo Karma
Personalità confusa
Raccapriccio della stampa
Roberto Corradi
Sabelli Fioretti
Selvaggia Lucarelli
Spinoza
Pulsatilla
Travaglio, Gomez, Corrias al loro meglio
Rossa naturale
Vinicio Capossela


Voci di popolo



Il problema non è se siano vere o false. 
Il problema è che siano verosimili.

Contatti:
zannieroCHIOCCIOLAkatamailPUNTOcom

DELIRI PIU' O MENO ORGANIZZATI
Berlusconi in concerto
La legge del Cav/ 2
La legge del Cav


SPOT, SONDAGGI E CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE
Summer card Saccà
Schifangel
Giustizia: la campagna del governo
Sondaggio: La grazia ad Annamaria Franzoni
Test: quanto sei "piddino"?
Volevo lavorare a Libero


LE VOCI DI POPOLO:
I Love my roman radio
Lettera a Schifani
Benvenuto a Roma, caro Bush
Rifiuti tossici ma convenienti
Ronde notturne
All'armi siam leghisti
Un'altra sinistra (anche riformista) è possibile
Incubo Calderoli
Privacy
Come si scrive un pezzo cazzuto di cronaca
Discorsi da spiaggia
Taci, il maresciallo ti ascolta
Afghanistan
Tema di attualità
Quel politico in barca coi trans
Sogni
Geni televisivi
Casa Democratica
Casa Democratica/2
Voglio gli agenti della Cia sotto processo
Chi viene alla manifestazione di Vicenza?
Tutto il massacralcio minuto per minuto
Bastismi
Cocaina
Se(r)vizio pubblico
Erba
Napoli
Ecco il nuovo Windows Vista
Un travestito in Finanziaria
Rula, tocca a te!
Una profezia (l'insostenibile instabilità della sinistra).
Idee chiare sul Partito Democratico
Importante scoperta scientifica
L'appiccico delle lavandare
Telefonia moderna
Telefonia moderna/ 2
Dio c'è
Ratzinger chiede modifiche
Jerry
Sesso con Sottile
La morte di Al Zarqawi
Schiena dritta
Prossimamente al cinema
L'aereo di Ustica va al museo
In difesa del calcio/ 1
In difesa del calcio/ 2
In difesa del calcio/3
Italian secret service
Italian secret service/ 2
Materazzi e Zidane/ 1
Materazzi e Zidane/ 2
Pranzo al G8
La Grande coalizione
Il Nuovo Oriente
La conferenza sul Libano
Indignazioni popolari
La tragedia del lifting
Eleonora Figacchione ci fa causa
Eleonora Figacchione: intervista riparatrice
Appuntamenti
Autocode per l'Italia

INTERVISTE
Il Prof Negromonte e il calcio italiano
Francesco Rutelli
Gianni Alemanno

GUEST STAR
Scrivono orgogliosamente per noi
Antonio Polito
Ferdinando Adornato
Claudio Petruccioli
Piero Sansonetti
Vittorio Feltri
Carlo Lucarelli
Giorgio Bocca
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Mario Adinolfi
Maurizio Costanzo
Maria Laura Rodotà
Paolo Mereghetti

RECENSIONI
Patologie genetiche e croniche
Libri
Libri/ 2
Libri/ 3
Libri/ 4: Noir
Libri/ 5 Management
Libri/ 6 Thriller storici
Libri/ 7 Saggistica di attualità
Correnti di pensiero politico
Sistemi elettorali
Viaggi di tendenza
Dischi
Dischi/2 Antologie
Motociciclette
Vini
Moda
Ristoranti
Stasera in tv/ 1
Stasera in tv/ 2
Stasera in tv/ 3

CANZONI INTONATE
La società della Mediaset
Il Riformista
Ritornerai
Sanremo 2008: i testi/ 4
Sanremo 2008: i testi/ 3
Sanremo 2008: i testi/ 2
Sanremo 2008: i testi
Loredana Lecciso: Dammelos
Dammelos. I testi/1
Dammelos. I testi/ 2
Sanremo: i testi/3
Sanremo i testi/ 2
Sanremo i testi/ 1

SEX IN THE CITY
Gang bang
La caccia
Master and servant
La piscina birichina
L'orgia elettorale

ANNUNCI GOOGLE
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque


CERCA